Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Lega vota l’emendamento di Fdi. Salvini: “Sul voto sul green pass nessuna ambiguità”

© AFP 2021 / Pedro RochaMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 08.09.2021
Seguici su
Il leader del Carroccio afferma che tutti erano informati e che con il ritiro delle richieste di modifica leghiste si è avuta una discussione per migliorare il certificato verde e far spuntare 50 milioni per i tamponi gratis.
Un susseguirsi di eventi nella giornata, e nella serata, di ieri alla Camera, dove è in discussione il decreto green pass. Prima la Lega ritira tutti i suoi emendamenti, evitando al premier Mario Draghi di dover porre la fiducia sul testo. Poi il leader della Lega Matteo Salvini annuncia che i suoi deputati sono pronti a votare gli emendamenti di Fratelli d’Italia.

E così, nel voto segreto in tarda serata, il primo emendamento Fdi ottiene più voti di quelli dei suoi deputati, in buona parte dagli scranni della Lega.

Poco dopo il voto, il Corriere della Sera intervista Salvini, che mette in chiaro subito: “Tutti erano informati di tutto”.

“Ma quale ambiguità? I vaccini sono entrati in 40 milioni di case e va benissimo. Il green pass anche va benissimo negli stadi, nei teatri e nelle manifestazioni pubbliche. Ma noi possiamo ancora avere la libertà di chiedere i tamponi gratuiti?”

Il segretario della Lega introduce, quindi, un tema che, secondo lui, è stato possibile discutere e ottenere con le posizioni della Lega.
“Sono saltati fuori la bellezza di 50 milioni di euro destinati ai tamponi gratuiti. Il dubbio è che se io non alzassi un po’ la voce, i 50 milioni poi non salterebbero fuori”.
E sulle altre migliorie al decreto green pass che sono state approvate grazie alla Lega, Salvini sottolinea “l’estensione di validità del green pass da 9 a 12 mesi, abbiamo messo in sicurezza gli albergatori che rischiavano di perdere clienti a pranzo e cena, ora stiamo chiedendo che i ristoratori non siano ulteriormente penalizzati”.
Sulla polemica per il voto agli emendamenti di Fdi, partito all’opposizione, Salvini spiega: “Noi votiamo tre o quattro emendamenti. E abbiamo ritirato i nostri, perché, in caso contrario, avrebbero messo la fiducia e non ci sarebbe stata una discussione che io invece credo importante”.
E oggi, che sono previste altre votazioni, “se accoglieranno altre nostre istanze, pensiamo a temi come le disabilità e provvedimenti per le famiglie in difficoltà, noi andremo a dormire contenti di aver fatto il nostro lavoro”.

Letta: Salvini inaffidabile

Il leader leghista risponde poi alle accuse fatte dal segretario del Pd Enrico Letta poco dopo il voto sugli emendamenti Fdi. Il numero uno Dem ha definito Salvini “inaffidabile”.
E il segretario del Carroccio replica che il Pd “è ormai il partito dell’ipocrisia. È da un anno che tengono in ostaggio il Parlamento con l’omofobia” e gli insulti di Letta “mi scivolano addosso”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала