Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Etiopia, oltre 100 civili rimasti uccisi nell'attacco dei ribelli del Tigrè - media

Tigrè, Etiopia - Sputnik Italia, 1920, 08.09.2021
Seguici su
Oltre 100 civili sono stati uccisi dai ribelli del Fronte Popolare di Liberazione del Tigrè (TPLF) nella Regione degli Amara, in Etiopia, riporta la stazione radio locale Fana.
Si segnala che, a conseguenza delle azioni dei ribelli, sono rimasti uccisi "più di 100 civili, compresi bambini e anziani".
Non è stato specificato il momento in cui si è verificato l'attacco.
Il nord dell'Etiopia si trova all'epicentro di un conflitto scoppiato nel 2020. Le autorità etiopi hanno accusato il TPLF, che ha dominato la vita politica del Paese per quasi tre decenni, di aver attaccato una base militare e di aver lanciato un'operazione nella regione dei Tigrè. La confinante Eritrea ha sostenuto le forze governative.
In primavera, le autorità etiopi avevano annunciato il ritiro delle truppe eritree dal Tigrè. A giugno, i ribelli nel Tigrè hanno occupato il centro amministrativo della regione, la città di Macallè, dopodiché il governo etiope ha annunciato un cessate il fuoco incondizionato. Tuttavia, i ribelli, in seguito, hanno affermato di aver lanciato una nuova offensiva e stabilito il controllo su gran parte del Tigrè meridionale, mentre le autorità locali della confinante Regione degli Amara hanno riportato scontri tra i ribelli e le forze filo-governative. All'inizio di agosto, gli Stati Uniti hanno esortato i separatisti del Tigrè a ritirare le loro truppe dalla Regione degli Amara.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала