Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scuola, Bianchi: "Ripartenza il 13 settembre con tutti i prof. al loro posto" - Video

© AFP 2021 / Tiziana FabiPatrizio Bianchi, ministro dell'Istruzione
Patrizio Bianchi, ministro dell'Istruzione  - Sputnik Italia, 1920, 07.09.2021
Seguici su
La scuola ripartirà con tutti gli insegnanti in cattedra. Il ministro in audizione alla Camera: "Mai successo nella storia d'Italia". Sono 857 mila i docenti i docenti impiegati nelle scuole italiane, nuove assunzioni di 14.194 sul sostegno. Sul green pass ci sarà un registro del personale con "bollino rosso o verde" solo per il dirigente.
Inizia il conto alla rovescia per la ripartenza dell'anno scolastico. L'obiettivo è quello di mantenere la didattica in presenza e, già dal primo giorno le lezioni, ripartiranno con tutti gli insegnanti in cattedra. Lo ha annunciato il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, questa mattina in audizione alla Camera.
“Tutti i docenti in cattedra al primo giorno. Mai successo nella storia dell’Italia. Era un impegno che avevamo preso con le famiglie e ci siamo riusciti", ha affermato il ministro.
Sono oltre 857 mila i docenti, più di un milione di persone lavorano nella scuola italiana. Ad oggi risultano 58.735 nuove assunzioni in ruolo e 113.544 incarichi annuali già assegnati.
"Partiremo il 13 settembre avendo tutti i docenti al loro posto, rispetto alle 112 mila cattedre vuote e vacanti", prosegue Bianchi.
Sul sostegno, il ministro ha riferito che per l'anno scolastico 2021-22 sono entrati in ruolo 14.194 insegnanti e sono stati assegnati 59.813 incarichi annuali.
"Adesso siamo in grado di dare risposte alle famiglie”, ha commentato.
Bianchi ha sottolineato la differenza con lo scorso anno, quando le assunzioni erano soltanto "19.995 in totale, di cui 1.778 sul sostegno".
Scuola con banchi - Sputnik Italia, 1920, 06.09.2021
Scuola, ministro Bianchi non esclude l'obbligo di vaccinazione

Green Pass

Il ministro Bianchi ha ricordato che la scuola, accogliendo più di ogni altro settore l'invito di Draghi a vaccinarsi, ha raggiunto il 92% di immunizzazioni, operando "nel pieno rispetto della privacy e nella tutela delle libertà individuali".
Dal 13 di settembre, tutte le scuole, sul pc del preside - solo sul suo - avranno la lista del personale presente a scuola con un bollino rosso o verde, non cumulabile nel tempo come tutti i dati sanitari", per evitare l'"umiliante idea di fare discriminazioni su chi sia vaccinato e chi no", spiega il ministro.

Colmare gap tra formazione e bisogni dell'economia

Per il ministro, bisogna continuare ad investire nella scuola, per "trovare un strada che riduca il gap fra la formazione e i bisogni della nostra economia". La scuola dovrà diventare "il centro pulsante del nostro Paese".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала