Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele, leader palestinese evade da un carcere di massima sicurezza con 5 compagni

© REUTERS / Mohammed SalemLe proteste dei palestinesi nella Striscia di Gaza al confine con l'Israele
Le proteste dei palestinesi nella Striscia di Gaza al confine con l'Israele - Sputnik Italia, 1920, 06.09.2021
Seguici su
Zakaria Zubeidi, ex comandante delle Brigate dei Martiri di Al Aqsa, è fuggito nella notte dal carcere di GIlboa. Leader carismatico della seconda Intifada vicino ad Al Fatah, è stato anche uno dei fondatori del Freedom Theatre.
E' caccia all'uomo in Israele, per quella che i media israeliani definiscono "una delle peggiori evasioni nel Paese". Zakaria Zubeidi, ex comandante delle milizie di Al Aqsa e simbolo della seconda Intifada, è evaso domenica sera, assieme ad altri 5 detenuti palestinesi, dal carcere di massima sicurezza di Gilboa, dove scontava una pena dal 2019 per attacchi mortali contro israeliani.
La radio militare riferisce che gli evasi, definiti come terroristi, sarebbero riusciti a fuggire attraverso un tunnel sotterraneo sotto la torre di guardia. La notizia è confermata dal Times of Israel che parla di un tunnel scavato attraverso il sistema di drenaggio delle celle. La fuga di Zubeidi e dei cinque suoi compagni di cella è avvenuta verso l'una di notte ma è stata scoperta soltanto lunedì mattina.
Non è noto alle forze di sicurezza se i fuggiaschi siano diretti in Giordania o Cisgiornasia o se si trovino ancora in territorio israeliano. Immediatamente sono scattate le ricerche condotte dall'esercito e dallo Shin Bet, l'intelligence israeliana, con elicotteri e droni per localizzare i sei ex miliziani evasi.
Zubeidi, ex insegnante di inglese e poi operaio, è stato l'ex comandante delle Brigate dei Martiri di Al Aqsa, gruppo combattente vicino al partito politico Al Fatah di Yasser Arafat. Agli inizi del 2000, le sue milizie sono state protagoniste delle rivolte palestinesi note come seconda Intifada. Dopo aver abbandonato la lotta armata nel 2005, Zubeidi fonda il Freedom Theatre di Jenin. Si trova in carcere dal 2019 con l'accusa di terrorismo per aver aperto il fuoco contro israeliani.
Gli altri cinque evasi, invece, apparterrebbero alla Jihad islamica palestinese, secondo quanto riporta la stampa israeliana. Il gruppo di sei è considerato pericoloso dalle autorità israeliane.
La notizia dell'evasione è stata accolta con spari di festa a Jenin. Anche Hamas, il partito palestinese che controlla Gaza, ha definito la fuga un atto di eroismo.
"E' un successo per tutti i detenuti palestinesi e una sfida lanciata ai sistemi di sicurezza israeliani che pretendono di essere i migliori al mondo", ha dichiarato il portavoce Fawzi Barhum, secondo quanto riporta il Times of Israel.
Israele ha alzato il livello di allerta.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала