Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Franco a Cernobbio, Pil previsto oltre 5,8% e meno deficit, ma servono gli investimenti

© Sputnik . Evgeny UtkinVilla D'Este, Cernobbio
Villa D'Este, Cernobbio - Sputnik Italia, 1920, 06.09.2021
Seguici su
Da Cernobbio un messaggio positivo per l'andamento dell'economia italiana, ma non basta dopo 30 anni di recessione e crescita stentata. Serve molto di più, servono gli investimenti privati all'Italia.
La ripresa dell’Italia è “intensa”, ha spiegato il ministro dell’Economia Franco da Cernobbio (Como), dove è incorso il Forum Ambrosetti. Dopo avere acquisito un Pil nel secondo trimestre del 4,7%, “l’ufficio pubblico del bilancio ha previsto una crescita del 5,8% ma non possiamo escludere che la crescita sia anche superiore”, ha affermato ieri come riporta l’Economia del Corriere.
Tuttavia questi sono soltanto i frutti del rimbalzo dopo un anno in cui l’Italia ha perso quasi il 9% di Pil. Certo se nel 2021 riuscissimo a recuperare tutto lo svantaggio del 2020 sarebbe già un risultato eccezionale, ma all’Italia che non cresce da 30 anni serve ben altro.

“La sfida più importante è crescere in modo strutturale, alla luce dei nuovi cambiamenti climatici. Questo il vero test per il nostro governo e per il successo del Next Generation EU”, ha sottolineato ancora il ministro concludendo il Forum Ambrosetti.

Il ministro, infatti, ha ricordato come nel 1995 il Pil dell’Italia fosse sopra la media dell’Unione Europea, e come oggi a distanza di oltre 25 anni il nostro paese ha un Pil inferiore alla media di 10 punti percentuali.
E il numero uno del dicastero economico dice chiaramente che all’Italia “il piano nazionale non basta, dobbiamo usare tutti gli strumenti a nostra disposizione, pensare a un orizzonte più lungo”.
Insomma, è finito il tempo in cui si ragionava in base alla durata delle legislature, terminato il tempo in cui i programmi di politica economica promessi dai partiti in campagna elettorale si realizzavano parte nella legislatura corrente e l’altra parte si rimandavano al dopo nuove elezioni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала