Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Più contagiosa o anche più letale? Ecco cosa sappiamo della variante Delta

CC0 / / Creative rendition of SARS-COV-2 virus particles
Creative rendition of SARS-COV-2 virus particles - Sputnik Italia, 1920, 05.09.2021
Seguici su
Aumentano i ricoveri e i decessi nei Paesi dove la variante Delta si diffonde di più. Secondo alcuni studi non sarebbe solo più contagiosa, ma capace di far raddoppiare i tassi di ospedalizzazione.
È sicuramente più contagiosa rispetto alla variante Alfa, tanto che qualcuno, da questo punto di vista, l’ha paragonata alla varicella. Ma la variante Delta, che ormai è maggioritaria nel nostro Paese, dove è responsabile per l’infezione da Covid nel 99,7 per cento dei casi, è davvero più letale rispetto alle altre mutazioni del virus?
Rispondere a questa domanda non è semplice. Ci ha provato l’Università di Cambridge con uno studio pubblicato a fine agosto sulla rivista scientifica The Lancet, in cui si è cercato di prendere in esame tutte le variabili in gioco.
In primis, l’elevata capacità di diffusione di questa mutazione del virus, fino al 60 per cento più contagiosa del ceppo originario, che determina quindi, per una mera questione di probabilità, una maggior quantità di ricoveri e decessi. Allo stesso tempo, però, va considerata anche l’azione dei vaccini, che mitiga l’effettiva letalità della Delta.
I ricercatori britannici, che hanno analizzato i casi di oltre 43mila pazienti in maggioranza non vaccinati, che hanno contratto il virus nel periodo compreso da marzo a maggio del 2021, hanno rilevato come i pazienti con la “variante indiana”, circa 8mila sul totale, avessero il doppio delle probabilità di finire in ospedale rispetto agli altri.
Coronavirus negli USA - Sputnik Italia, 1920, 30.07.2021
Covid, CDC: variante Delta si diffonde tra vaccinati come la varicella
Alle stesse conclusioni, come si legge in un approfondimento del Corriere della Sera, sono arrivati anche gli studiosi di Canada, Singapore e Scozia, che dopo aver effettuato diverse ricerche hanno riscontrato un maggior rischio di ricovero, di almeno due volte superiore, nei contagiati con la Delta.
È possibile, quindi, che questa mutazione della proteina Spike porti con sé non soltanto una maggiore contagiosità, grazie alla carica virale più aggressiva – mille volte più alta rispetto a quella della variante Alfa -, ma anche un maggiore tasso di letalità. Il condizionale, però, è d’obbligo, visto che i dati a disposizione sono ancora pochi.
Coronavirus in Italia, la gente indossa le mascherine protettive - Sputnik Italia, 1920, 18.08.2021
Variante Delta più veloce delle misure anti-contagio per direttore dell'Oms
I dati, tuttavia, parlano di un aumento di ricoveri e decessi negli Stati dove questa variante è più diffusa, compresa l’Italia, dove secondo i dati della fondazione Gimbe per l’ultima settimana di agosto, citati sempre dal Corriere, i ricoveri sono aumentati del 5,4 per cento e i decessi del 6,1.
A determinare una ulteriore crescita di queste due variabili potrebbe essere il possibile calo di efficacia dei vaccini nelle persone anziane, le prime ad essere state immunizzate a partire dallo scorso dicembre.
Tuttavia, secondo le stime dell’Iss, per ora l'efficacia resta molto alta, oltre il 90 per cento, sia nel prevenire le forme gravi della malattia, sia per scongiurare i decessi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала