Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bitonto, muore un uomo in una stazione di servizio dopo una colluttazione

© Sputnik . Fabio CarboneFurgone dei carabinieri
Furgone dei carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 05.09.2021
Seguici su
L’alba di domenica 5 settembre presso una stazione di servizio a Bitonto (Bari) e la fine della vita di Paolo Caprio, 41 anni che colpito da pugni sferrati contro di lui lo hanno fatto cadere battendo il capo.
Inutili i soccorsi, i sanitari del 118 hanno tentato di rianimarlo ma senza successo e l’uomo è morto.
Disposta già l’autopsia per accertare con esattezza le cause del decesso, mentre i carabinieri sono sulle tracce dell’assassino. Acquisite, infatti, le immagini di video sorveglianza della stazione di servizio è partita la caccia all’uomo nel barese.

Le parole del sindaco di Bitonto

“Nella tarda notte, in una stazione di servizio alle porte della Città, una rissa ha provocato la morte di un nostro concittadino”, esordisce il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio.
“Senza armi, la fine di una esistenza umana è stata decretata da violenza per motivi, sembrerebbe, non legati a questioni criminali. Il presunto colpevole è in contatto con le forze dell'ordine”, aggiunge il sindaco che poi si lascia andare ad una riflessione più ampia sulla violenza in Italia.
“È vero, la prepotenza e la barbarie stanno attraversando tutto il Paese (il Sud in particolare) consegnando l'immagine di una società sempre più sola ed abbandonata. Ma Bitonto ha già sofferto troppo per sopportare altre tragedie come questa. La vittima ed il presunto aggressore sono molto giovani per non lasciarci altro pensiero”, conclude.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала