Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, l'annuncio di Di Maio: "Riapriremo l'ambasciata a Kabul in Qatar"

© Facebook / Luigi Di MaioLuigi Di Maio è in missione in Qatar
Luigi Di Maio è in missione in Qatar  - Sputnik Italia, 1920, 05.09.2021
Seguici su
La conferma delle voci circolate negli ultimi giorni è arrivata durante il collegamento con il forum Ambrosetti di Cernobbio. In questo modo si garantirà la sicurezza dei diplomatici e si manterranno le relazioni con il Paese senza dover riconoscere il governo islamico.
L’ambasciata italiana in Afghanistan verrà ricollocata nei prossimi giorni a Doha, in Qatar. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in collegamento proprio dall’emirato con il forum Ambrosetti di Cernobbio.
"La prima preoccupazione va al fatto che l’Afghanistan possa tornare a essere una comfort zone delle cellule terroristiche”, ha avvertito il capo della Farnesina, che ha fatto sapere di lavorare in queste ore con i governi dei Paesi confinanti sulla lotta al terrorismo e la gestione dei profughi, in arrivo soprattutto in Iran e Pakistan.
L'obiettivo è evitare le infiltrazioni jihadiste nei flussi di profughi e cercare di controllare la crisi migratoria che si profila all'orizzonte. “Vogliamo costruire una maggiore collaborazione con le nostre intelligence – ha detto, citato dall’Adnkronos - per evitare che nei flussi di sfollati ci possano essere elementi riconducibili a cellule terroristiche".
Poi, in un post su Facebook, riassume i punti nevralgici della missione in Qatar. “Dobbiamo continuare a lavorare su quattro fronti – ribadisce - lotta al terrorismo, accoglienza e sostegno ai civili afghani, corridoi umanitari tramite Paesi terzi e supporto alle organizzazioni umanitarie sul posto”.
“La lotta al terrorismo – insiste Di Maio - rimane fondamentale: c’è in ballo la sicurezza dell’Afghanistan, ma anche di tutta l’Ue, e non possiamo permetterci di abbassare la guardia”.
L’esodo di profughi in fuga dai talebani* e dalla povertà, va avanti ancora Di Maio “rischia di impattare in modo fortissimo sui Paesi vicini all’Afghanistan”.
Luigi Di Maio ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale - Sputnik Italia, 1920, 04.09.2021
La situazione in Afghanistan
Di Maio: l'Ambasciata d'Italia in Afghanistan è possibile solo a Doha
Finora, ha reso noto il ministro, “sono stati già evacuati oltre 125mila civili afghani”. Ma, ha sottolineato in collegamento con Cernobbio, “l’evacuazione dei civili afghani dall’Afghanistan verso l’Italia o l’Europa sul piano bilaterale non è immaginabile”.
Le liste delle persone da evacuare, ha detto, “diventerebbero delle killing list" in mano ai talebani. Gli italiani rimasti in Afghanistan, ha fatto sapere ancora il ministro, sono invece ancora una trentina.
L’ipotesi della riapertura dell’ambasciata italiana in Afghanistan a Doha era già circolata nei giorni scorsi. La capitale del Qatar, infatti, sede degli accordi tra i talebani e il governo Usa, è diventata negli ultimi anni la base per i colloqui tra l’Occidente e i talebani. Il Paese, inoltre, rappresenta un partner importante per l'Italia, che vede nel governo di Al Thani un alleato sul dossier libico, e intrattiene rapporti importanti con il Paese sul piano energetico e commerciale.
Afghanistan, Talebani* - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
La situazione in Afghanistan
L'appello dei talebani all'Italia: "Riconosca il nuovo governo islamico"
La soluzione, come si legge sul Giornale.it, è stata scelta sia per garantire la sicurezza del personale diplomatico italiano, sia perché permetterà di mantenere i rapporti diplomatici con l’Afghanistan pur non riconoscendo ufficialmente il nuovo governo basato sulla sharia.
Ieri, infatti, il capo della Farnesina aveva escluso categoricamente questa possibilità, mentre il portavoce degli studenti coranici, nei giorni scorsi, aveva invitato l'Italia a riconoscere il nuovo emirato e riaprire la sede diplomatica.
* Organizzazione terroristica vietata in Russia e altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала