Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

TikTok, utenti sabotano sito web anti-abortista texano con spam e foto porno di Shrek

© AP Photo / File photoTikTok
TikTok  - Sputnik Italia, 1920, 03.09.2021
Seguici su
Una recente controversa legge del Texas vieta l’aborto già a partire dalla sesta settimana di gestazione. Un sito anti abortista, che raccoglie denunce anonime per incriminare i casi sospetti di aborti prima di tale scadenza, è stato preso d’assalto da utenti TikTok, nel tentativo di mandarlo in tilt a forza di false denunce e stravagante spam.
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato, mercoledì, di bloccare la controversa legge texana chiamata “battito di cuore", che vieta la maggior parte degli aborti già dopo la sesta settimana di gestazione, quando, appunto, l'attività cardiaca dell'embrione può essere rilevata per la prima volta.
Per sostenere la massima ferrea applicazione di questa normativa, un gruppo anti-abortista, la ONG ‘Texas Right to Life’, ha creato, un mese fa, un sito Web che incoraggia gli utenti a inviare segnalazioni anonime su tutti i sospetti trasgressori della legge.
Il sito consente agli utenti di compilare un modulo online, riportando tutte le indicazioni e i sospetti su chi e come, secondo loro, avrebbe infranto la legge, compresi i campi per indicare i nomi dei medici e delle cliniche che avrebbero aiutato la donna sospetta ad abortire. Ai delatori viene anche data la possibilità di caricare sul sito immagini o documenti comprovanti.
Coloro che violano la normativa rischiano una multa che parte da un minimo di 10mila euro.
Una tale iniziativa, chiaramente delatoria, poco rispettosa della privacy, e, per altro, di competenza al limite delle autorità, non dei privati, non è affatto piaciuta in rete, soprattutto agli utenti di TikTok e Reddit, che, stando alle loro stesse pubblicazioni, avrebbero fatto di tutto per sabotare il sito.
Giustizia - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
Grecia: tribunale dice no alla sospensione dell'obbligo vaccinale contro il Covid - Video
Il sistema della ONG sarebbe infatti stato bombardato da migliaia di false denunce per cercere di mandarlo in crash. Per altro, l'appello all’azione di sabotaggio ha raccolto già oltre più di 210mila like.
Un altro TikToker ha inviato, e suggerito ad altri utenti di fare lo stesso, una falsa denuncia accompagnata da immagini porno del cartone animato Shrek. Il sito si è quindi visto bombardare di denunce, tutte identiche, che recitavano “mia moglie ha abortito il nostro bambino alla quarta settimana senza consultarmi" e allegati i documenti ‘comprovanti’ di Shrek che fa sesso con Fiona.
Un altro attivista avrebbe, a quanto pare, attivato un collegamento con il sistema operativo iOS, per consentire a qualsiasi utente di inviare migliaia di rapporti al giorno, secondo la sua stessa clip pubblicata su TikTok, nella quale spiega come fare.
Non è chiaro fino a che punto lo sforzo virale abbia dato i suoi frutti, poiché il sito Web ha cercato di respingere tutti gli attacchi contro il sistema, bloccando anche i tentativi di accesso da altri paesi al di fuori degli Stati Uniti.
Tuttavia, sono già noti in letteratura sabotaggi riusciti con ampio successo, realizzati tramite il popolare social. Nel giugno 2020, i fan di TikTok riuscirono a sconvolgere i piani di Donald Trump per un enorme raduno a Tulsa, facendo finta di acquistare centinaia di migliaia di biglietti per l'evento. I manager della campagna di rielezione di Trump si erano vantati delle enormi folle che si aspettavano al raduno, che in realtà poi andò deserto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала