Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rasi, ex direttore EMA: “Il Governo potrebbe imporre l’obbligo vaccinale anche subito, volendo”

© AP Photo / Luca Bruno Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell'Agenzia europea per i medicinali EMA
 Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell'Agenzia europea per i medicinali EMA - Sputnik Italia, 1920, 03.09.2021
Seguici su
Guido Rasi, ex direttore dell’EMA, ha spiegato ai media che l’Agenzia Europea per i Medicinali, a differenza dell’omologa Food and Drug Administration americana, ha concesso all'Unione carta bianca, per cui, se il Governo italiano volesse, potrebbe imporre l’obbligo vaccinale anche da subito.
“Se il governo italiano volesse mettere l’obbligo vaccinale per tutti potrebbe farlo, come del resto ha fatto per alcune categorie, senza alcuna limitazione derivante dal tipo di autorizzazioni concesse dall’EMA”, ha dichiarato Guido Rasi, professore ordinario di Microbiologia presso l'Università di Roma Tor Vergata, ex direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (2008-2011) ed ex direttore esecutivo della stessa Agenzia europea per i medicinali (EMA - European Medicines Agency, 2011-2020).
Rasi, consulente del Commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, in precedenza si era dichiarato favorevole all’obbligo vaccinale. In un'intervista andata in onda sul Tg3 due settimane fa aveva detto:
“Se si deve arrivare all’obbligo di vaccinazione, ci si arrivi. Non è tollerabile riempire di nuovo gli ospedali di Covid quando ci sono migliaia di patologie che aspettano ormai da due anni, non è proprio più morale. Oggi come oggi, con la variante Delta non si può parlare di immunità di gregge. Quello che sta emergendo però è quanto questi vaccini proteggano. Si previene nel 97% dei casi il ricovero e la morte. Questo ormai è stabilito, è un dato assodato e consolidato in tutto il mondo”.
In questa circostanza, in un’intervista per La Stampa, ha parlato della differenza tra il sistema europeo dell’EMA e quello americano della Food and Drug Administration, spiegando che, appunto, l’EMA ha già concesso un’autorizzazione piena ai governi in materia di obbligo vaccinale, mentre il sistema americano prevede un’autorizzazione di emergenza, poi da convalidare.
Conferenza stampa del Presidente Draghi
 - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
Mario Draghi è favorevole all’obbligo vaccinale? “Sì”
“Gli americani dispongono di un’autorizzazione d’emergenza, da convalidare in un secondo momento. Il sì dell’Ema invece è pieno fin da subito, per questo è stato più meditato, anche se resta condizionato a una serie di studi da realizzare fino al 2023, pena la revisione dell’autorizzazione”.
Ieri il presidente del Consiglio Mario Draghi, durante la conferenza stampa, a cui hanno partecipato anche il ministro della Salute Roberto Speranza e il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, rispondendo alla domanda di un giornalista che gli chiedeva se lui fosse o meno favorevole all’obbligo vaccinale, ha risposto “sì”, senza aggiungere altro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала