Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Greenpace Germania, denunciata Volkswagen per il mancato rispetto delle sentenze sul clima

© AFP 2021 / Ronny HartmannРабочий устанавливает логотип VW на электромобиле Volkswagen ID.3 на сборочном конвейере автозавода Volkswagen
Рабочий устанавливает логотип VW на электромобиле Volkswagen ID.3 на сборочном конвейере автозавода Volkswagen - Sputnik Italia, 1920, 03.09.2021
Seguici su
Greenpeace Germania denuncia la compagnia di automobili tedesca Volkswagen, rea, a detta loro, di non fare nulla per ridurre le emissioni nocive.
Greenpeace afferma che il secondo produttore di auto al mondo pratica “un modello di business devastante per il clima, il pianeta e tutti noi”, riporta in un comunicato Greenpeace Germania, e per questo l’associazione ambientalista chiede che Volkswagen cessi la produzione di veicoli a motore a combustione interna e riduca del 65% le emissioni entro il 2030.
L’iniziativa di Greenpeace parte dalla sentenza della Corte Costituzionale tedesca che, ad aprile scorso, aveva sancito il diritto fondamentale delle future generazioni a essere protette dai cambiamenti climatici.
“Mentre le persone soffrono per le alluvioni e la siccità causate dalla crisi climatica, l'industria automobilistica resta indifferente, a dispetto del suo enorme contributo al surriscaldamento globale”, ha riferito Martin Kaiser, direttore esecutivo di Greenpeace Germania.
Dobbiamo intervenire subito, è il messaggio lanciato da Greenpeace, "e tutti assieme per proteggere il nostro futuro comune”.
L’azione legale, tuttavia, è indirizzata anche a BMW, Mercedes-Benz e Wintershall Dea. Quest’ultima è una società di estrazione petrolifera tedesca, che viene invitata da Greenpeace a non aprire nuovi giacimenti di petrolio e gas oltre il 2026.
Piattaforma per estrazione del petrolio - Sputnik Italia, 1920, 01.09.2021
Scozia, Greenpeace fa causa contro l'ok alle trivellazioni dato a BP senza calcolo rischi ambientali

Il pacchetto ‘Pronti per il 55%’

La drastica riduzione delle emissioni di carbonio è anche l’obiettivo dell’Unione Europea, che si è dato un piano dal titolo “Pronti per il 55%”, riferendosi alla riduzione delle emissioni entro il 2030, rispetto alle emissioni del 1990.
L’impegnativo obiettivo è però quello di raggiungere la neutralità climatica entro la prima metà di questo secolo: il 2050.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала