Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green Deal, campanello d'allarme: 40% delle tecnologie per essere carbon free nel 2050 oggi non c'è

© Sputnik . Alexander Kryazhev Vladivostok
Vladivostok - Sputnik Italia, 1920, 03.09.2021
Seguici su
La pandemia ha ridotto i consumi energetici del 10%, ma la transizione energetica è solo agli inizi. Per essere carbon free entro il 2050 Russia ed Europa devono muoversi insieme.
Nell’ambito del Forum Economico Orientale in corso a Vladivostok in formato ibrido e dedicato alle prospettive di realizzazione dei progetti dell’Estremo oriente russo in un mondo in via di trasformazione, si è tenuta la tavola rotonda “Cambiamenti climatici – parliamo di nuovo di soldi?”.
Alla tavola rotonda, hanno partecipato tra gli altri il vice Ministro dell’Energia Pavel Snikkars ed il Presidente dell’Unione industriali russi (RSPP) Alexandr Shokhin.
Da parte europea ha preso la parola Ernesto Ferlenghi, presidente del Comitato Energia e dello Steering Committee Green Initiative della AEB (Association European Business, che rappresenta le imprese europee in Russia).
Con l’adozione del Green Deal, l’Unione Europea intende ammodernare l’economia europea, renderla efficiente e competitiva, facendola diventare un continente a impatto climatico zero entro il 2050.
Anche la Russia sta intraprendendo dei passi nella direzione degli obiettivi climatici e, dopo la firma nel luglio 2021 da parte del presidente Putin della legge sulla riduzione delle emissioni, il governo sta elaborando la Strategia dello sviluppo socio-economico della Federazione Russa a basse emissioni di GHG fino al 2050, con l’obiettivo di approvarla entro fine anno, dopo la conferenza COP26 di Glasgow.
Ernesto Ferlenghi, presidente del Comitato Energia e dello Steering Committee Green Initiative, ha sottolineato l'impatto della pandemia di COVID-19 sul settore energetico.

"Nel 2020 la pandemia ha ridotto i consumi di energia dell'8-10%, il più forte calo dei consumi negli ultimi 70 anni. Mentre la domanda delle fonti fossili diminuisce (il petrolio del 10%, il carbone del 7%), la domanda delle fonti energetiche rinnovabili (FER) è in aumento e raggiunge nel 2020 la quota dell'8% a livello globale di energia, con un enorme potenziale di crescita".

© Foto : ScreenshotErnesto Ferlenghi allo EEF di Vladivostok
Ernesto Ferlenghi allo EEF di Vladivostok - Sputnik Italia, 1920, 03.09.2021
Ernesto Ferlenghi allo EEF di Vladivostok
La strada verso il raggiungimento della carbon neutrality è un processo graduale, che può concretizzare sinergie tra Russia ed Europa.
"La CBAM (Cross Border Adjustment Mechanism) influenzerà le relazioni commerciali tra Russia ed Europa e quindi è necessario prepararsi e costruire alleanze tecnologiche. Il 40% delle tecnologie necessarie per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050 non esiste ancora e il 35% è in fase di elaborazione o prototipi", ha aggiunto Ferlenghi.
Lo Eastern Economic Forum, "Opportunità in un mondo in trasformazione" si tiene a Vladivostok dal 2 al 4 settembre. Tra le sessioni, anche un panel dedicato al dialogo Business tra Russia e Italia, con la partecipazione di Antonello Colussi, presidente di Danieli Russia e Vittorio Torrembini, GIM Unimpresa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала