Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La scuola ricomincia: previste mascherine obbligatorie e tamponi salivari, già dai 6 anni

© Sputnik . Danilo Garcia di Meo / Vai alla galleria fotograficaSanificazione di un'aula scolastica
Sanificazione di un'aula scolastica - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
Seguici su
Nuovamente a scuola durante la pandemia. Con la variante vaccini a disposizione, alcune scuole sono pronte per iniziare, mentre alcune sono già partite il 1° settembre.
L’Istituto superiore di sanità (Iss) e le Regioni, hanno aggiornato le linee guida di concerto, con tutti gli attori interessati, e così si è deciso di imporre la mascherina a tutti, a partire dai 6 anni in su, senza distinzione.
Mascherina che studenti e studentesse dovranno portare anche quando seduti al banco. C’è però un'eccezione a questa regola, ed è il caso in cui tutti i componenti della classe siano vaccinati. In questo caso, tutti gli studenti possono levare la mascherina e respirare senza.
Accanto alla mascherina, al via il progetto dei test salivari a campione su alcune scuole italiane. Servirà a testare il tipo di screening e a verificare quanto possa essere presente e diffuso il virus nella popolazione scolastica a livello nazionale, regionale e locale.

Obiettivo scuola in presenza

La missione dichiarata dal ministro dell’Istruzione Bianchi è scuola in presenza per tutti, lo aveva promesso già in primavera e non c’è alcun passo indietro ora rispetto ad allora.
Forte dell’appoggio di Mario Draghi e di tutto il governo, quindi, il ministro Bianchi può occuparsi della ripartenza della scuola italiana in presenza, tra protocolli di sicurezza e insegnanti e personale scolastico non ancora vaccinato.

Green pass a scuola

Come noto, a scuola è obbligatoria la presentazione del green pass, ma è doveroso, a scanso di equivoci, fare presente che il passaporto vaccinale è richiesto al personale scolastico e ai docenti che fanno il loro ingresso nelle strutture scolastiche.
Gli studenti, fino alle scuole superiori comprese, invece, non hanno obbligo di presentazione del green pass. Sono obbligati alla presentazione del green pass, inoltre, gli studenti universitari che accedono agli atenei.

Le scuole sentinelle

Come dicevamo in apertura, l’Iss ha individuato sul territorio nazionale una serie di istituti scolastici che faranno da “sentinelle”. In questi plessi scolastici si effettueranno tamponi salivari a campione per verificare la diffusione del Sars-CoV-2 sul territorio.
Lo screening prevede di sottoporre a tampone salivare 55 mila studenti ogni due settimane, su base volontaria e a turno. Nessun obbligo quindi, ma solo una partecipazione per senso civico.
Inizialmente, il test si effettuerà a scuola, poi, nei mesi successivi, a casa, fatto dai genitori. Questo perché al mattino appena svegli il tampone è più preciso, quindi lo studente consegnerà il tampone al personale all’ingresso della scuola.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала