Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Borrell: "L'Afghanistan dimostra la necessità di dotarsi di un esercito europeo"

© AP Photo / Olivier HosletL'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE, Josep Borrell
L'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE, Josep Borrell - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2021
Seguici su
L'Alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari Esteri e la politica di Sicurezza, Josep Borrell, ha dichiarato questa mattina, giovedì 2 settembre, che gli ultimi eventi in Afghanistan dimostrano la necessità di una Difesa comune europea.
Parlando a una riunione informale dei ministri della difesa dell'UE in Slovenia, Borrell ha affermato che l'uscita caotica delle truppe occidentali dall'Afghanistan potrebbe diventare l’occasione, per l’Unione, di dotarsi di una propria difesa comune, che potrebbe coinvolgere una forza di reazione rapida.
"A volte ci sono eventi che catalizzano la Storia, che creano una svolta, e penso che l'Afghanistan sia uno di questi casi", ha sottolineato.

Borrell ha anche insistito sul fatto che l'UE dovrebbe "cercare qualcosa di più operativo", mentre ha chiesto la creazione di una "forza di primo intervento". Secondo il capo della diplomazia europea, "la necessità di una difesa europea più forte ora è più evidente che mai".

Le osservazioni arrivano dopo che il 30 agosto il generale Kenneth McKenzie, comandante del Comando centrale degli Stati Uniti (CentCom), ha annunciato la fine della quasi ventennale missione militare americana in Afghanistan.
Il comandante del CentCom ha affermato che le forze statunitensi hanno raggiunto la conclusione della loro missione di evacuazione in Afghanistan, mentre Washington lavora ancora per garantire la partenza sicura degli afghani in fuga, dei cittadini di paesi terzi e dei cittadini statunitensi idonei a viaggiare.

L’ipotesi dell'"Esercito Europeo"

Già nel dicembre 2017, l'allora presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, aveva elogiato i primi passi operativi intrapresi dagli Stati membri dell'UE per "porre le basi di un'Unione europea della difesa", sottolineando che la sicurezza del blocco non avrebbe potuto rimanere esternalizzata.
Alla fine del 2018, il Presidente francese Emmanuel Macron aveva rilanciato la posta chiedendo la creazione di quello che aveva descritto come un "vero esercito europeo" che, secondo questi, avrebbe dovuto mirare a proteggere gli interessi del blocco da Cina, Russia ma anche Stati Uniti.
La proposta era stata sostenuta dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, ma respinta dall'allora segretario alla Difesa britannico Gavin Williamson, il quale aveva affermato che qualsiasi forza rivale della NATO avrebbe minato la sicurezza internazionale, condannando il progetto come "folle e pericoloso" e assicurando che in ogni caso mai la Gran Bretagna ne avrebbe fatto parte.
L'Europa si doterà di un proprio esercito? - Sputnik Italia, 1920, 01.09.2021
Un’utopia chiamata esercito europeo
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала