Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’era del lavoro da remoto nella Pubblica Amministrazione sta per finire

© REUTERS / Remo CasilliMinistro per la pubblica amministrazione nel governo Draghi, Renato Brunetta
Ministro per la pubblica amministrazione nel governo Draghi, Renato Brunetta - Sputnik Italia, 1920, 01.09.2021
Seguici su
Un emendamento allo studio sul decreto green pass potrebbe riportare in presenza la maggioranza dei lavoratori pubblici, con l’aggiunta dell’obbligo della certificazione come a scuola.
Il lavoro da remoto, diventato per moltissimi dipendenti pubblici la norma da febbraio 2020, potrebbe essere sul suo binario finale.
Il ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta in queste settimane ha più volte dichiarato di voler far tornare in presenza i lavoratori del settore. E adesso il governo sta studiando un emendamento al decreto green pass, per far tornare “la normalità” il lavoro in presenza, garantendo il lavoro da remoto senza accordo interno fino al 31 dicembre, ma ridimensionandolo.
Donna in smart working - Sputnik Italia, 1920, 27.08.2021
Addio allo smartworking, Brunetta: "A fine settembre rientro in presenza degli statali"
Brunetta ieri ha ribadito che la crescita del Pil italiano “potrebbe essere addirittura superiore se si ripristinerà la modalità ordinaria di lavoro in tanto nel pubblico quanto nel privato”.

La decisione sarebbe accompagnata anche da un altro cambiamento, come richiesto dal ministro della Salute Roberto Speranza: l’obbligo di green pass per i dipendenti pubblici come nella scuola.

I nodi da sciogliere

L’emendamento ha prima di tutto dei risvolti politici. L’obbligo di green pass anche per la PA aprirebbe un nuovo terreno di scontro nella maggioranza, dove Lega e M5S sono meno convinte delle posizioni legate ai vaccini e alla certificazione verde.
Ci dovrà essere un’interlocuzione con i sindacati con cui erano stati stabiliti i protocolli di lavoro in sicurezza durante l’emergenza.
Se ci sarà l’obbligo di green pass, inoltre, dovranno essere stabiliti controlli e sanzioni, con il rischio di un’ondata di permessi chiesti dai dipendenti per superare la norma.
Infine, resta la questione dell’armonizzazione con gli uffici privati, dove le condizioni sono identiche sul piano epidemico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала