Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Hijab, Chador, Niqab, Burqa: che differenza c’è?

© SputnikHijab, Chador, Niqab, Burqa, che differenza c’è
Hijab, Chador, Niqab, Burqa, che differenza c’è - Sputnik Italia, 1920, 01.09.2021
Seguici su
La tradizione delle donne islamiche di coprirsi è direttamente legata agli insegnamenti del Profeta Maometto e alle prescrizioni della Shari’a. Tuttavia, esistono nel mondo islamico differenti interpretazioni dei precetti religiosi, differenti tradizioni e differenti tipi di velo e abbigliamento. Vediamoli qui di seguito.
Il Corano e il complesso di regole di vita e di comportamento dettato da Dio per la condotta morale, religiosa e giuridica dei suoi fedeli, chiamato Shari’a, prevedono per l’uomo, e soprattutto per la donna, regole di abbigliamento in pubblico volte alla modestia. Il velo islamico per la donna ne è l’esempio più evidente, ma esistono tipi di velo molto differenti tra loro a seconda del paese, della tradizione e del grado di osservanza religioso. Vediamoli qui di seguito:
Hijab – semplice foulard che copre i capelli e il collo della donna, lasciandone scoperto il viso. È la copertura minima prevista dalla shari'a – diffuso in tutto il mondo musulmano.
Al Amira – variante dell’Hijab, ma più coprente. Di solito bianco, è composto da due pezzi e rimane più aderente rispetto all’Hijab. Molto diffuso in Tunisia, Egitto, Turchia e Iraq.
Shayla – velo lungo e rettangolare, popolare nella regione del Golfo. Nasconde anche le spalle, ma lascia libero il volto.
Khimar - mantello che copre dalla testa in giù, in alcuni modelli fino a sotto i fianchi, in altri fino alle caviglie. Copre completamente capelli, collo e spalle, ma lascia il viso aperto. Tuttavia, può essere abbinato a un velo che copre anche il viso.
Chador - generalmente nero, copre l’intero corpo, ma lascia libero il volto. Molto diffuso in Iran.
Niqab - velo nero che copre tutto il corpo, compreso il volto, e lascia scoperti solo gli occhi. Diffuso in Arabia Saudita e Yemen.
Una donna che indossa un hijab - Sputnik Italia, 1920, 30.04.2021
Il Senato francese vuole vietare il velo in pubblico, la battaglia social: "Giù le mani dall'hijab"
Burqa - per lo più azzurro, con una griglia all'altezza degli occhi, copre interamente il corpo della donna. Diffuso in Afghanistan e raramente in altre parti del mondo. Generalmente associato ad un'osservanza di tipo integralista della religione.
Burquini – si tratta di un discorso a parte. Non appartiene alla tradizione islamica, ma è un prodotto commerciale, un marchio registrato, apparso nel 1993 e destinato al pubblico femminile di fede islamica per la commercializzazione. Si tratta semplicemente di un costume da bagno coprente.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала