Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, stop al congedo retribuito per genitori con i figli in Dad

© AP Photo / Alessandra TarantinoLezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 31.08.2021
Seguici su
Il congedo retribuito al 50% per i genitori con i figli a casa era stato introdotto quest'anno, assieme al bonus baby sitter, ma la misura non è stata rinnovata.
Niente più aiuti alle famiglie con i figli in Dad. Il pacchetto di agevolazioni da 300 milioni di euro, che comprendeva il bonus baby sitter e il congedo retribuito al 50 per cento a carico dell'Inps, è scaduto il 30 giugno e non è stato reintrodotto in vista dell'inizio dell'anno scolastico. Lo si apprende dal Messaggero.
La misura consentiva ai genitori, con i figli a casa per la dad o la quarantena, di assentarsi dal lavoro, con un permesso retribuito al 50 per cento. Era stata introdotta con il decreto 30 del 2021, per dare un aiuto concreto a mamme e papà che svolgono un lavoro in presenza, soprattutto per chi ha bambini alle scuole dell'infanzia o primarie.
La stessa legge prevedeva, inoltre, in presenza di figli di età inferiore ai sedici anni, il lavoro agile per uno dei due genitori lavoratori dipendenti, per tutto il periodo della quarantena o della Dad.
In vista della ripartenza delle lezioni, il pacchetto di aiuti non è stato rinnovato e le famiglie sono state lasciate senza sostegni. Tuttavia, non è escluso che le misure siano ripristinate in caso di una nuova ondata di contagi da Covid-19.
Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, inoltre, ha già detto che al prossimo Consiglio dei Ministri porrà la questione dell'equiparazione del rifinanziamento della quarantena alla malattia.
Andrea Orlando, nuovo Ministro del Lavoro - Sputnik Italia, 1920, 30.08.2021
Quarantena e malattia, il ministro Orlando alla festa dell'Unità promette il ripristino
La questione è esplosa lo scorso 6 agosto, quando il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, ha avvisato con una nota che i 663 milioni per la copertura delle quarantene si erano esauriti. Senza il rifinanziamento, non sarà più possibile equiparare la quarantena alla malattia.
A questo proposito è arrivata ieri la dichiarazione del ministro Orlando, che dalla festa dell'Unità di Modena si è detto favorevole all'equiparazione, che verrà affrontata nel prossimo CdM. I sindacati hanno applaudito all'apertura.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала