Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Panjshir, la provincia dell’Afghanistan che ha giurato resistenza ad oltranza ai talebani

© SputnikValle del Panjshir
Valle del Panjshir - Sputnik Italia, 1920, 30.08.2021
Seguici su
Non tutto l’Afghanistan è caduto in mano ai talebani*, esiste ancora una provincia che resiste e ha promesso di non arrendersi. È il Panjshir, una regione remota difesa dalle montagne dell'Hindu Kush storicamente indomita e che resistette sia a britannici, sia ai sovietici, che già in passato anche agli stessi talebani.
I talebani stanno ammassando forze tutto intorno alla provincia del Panjshir, l'unica a non essere ancora caduta sotto il loro controllo, ma il capo della resistenza, Ahmad Massoud, figlio di Ahmad Shah Massoud, ha promesso che onorerà il nome del padre, il famoso ‘Leone del Panjshir’, e mai si arrenderà.
Ma che probabilità reali esistano che Massoud e il gruppo cui è a capo, chiamato l’Alleanza del Nord, possa davvero resistere circondato su tutti i lati dai nemici?
Secondo gli analisti molto dipenderà dalle possibilità di trovare un compromesso tra i talebani e l’Alleanza del Nord, ma, mentre un dialogo è in corso, le poche vie di accesso alla valle rimangono bloccate e il Panjshir rimane costretto ad una economia di sussistenza.
La particolarità di questa provincia è dovuta a ragioni correlate sia alla sua geografia che alla sua storia.

Il Panjshir

Pur trovandosi a soli 150 circa a nord della capitale Kabul, la valle del Panjshir è in realtà isolata come se a separarla dal resto del Paese di chilometri ve ne fosse a migliaia. Incastonata in mezzo alla catena montuosa dell'Hindu Kush, con vette che arrivano a superare i 7mila metri, il suo accesso è possibile solo attraverso strette gole che ne permettono un perfetto arrocco difensivo.
Kabul, combattenti Talebani - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Afghanistan, i talebani puntano verso la provincia di Panjshir, l'unica che non si è arresa - media
La valle ha resistito a lungo alle occupazione straniere - l'esercito dell'Impero britannico non fu in grado di penetrarvi durante il tentativo di conquistare l'Afghanistan nel XIX secolo, né negli anni '80 i sovietici riuscirono ad aver ragione del gruppo capeggiato da Ahmad Shah Massoud, il famoso padre dell’odierno leader dell’Alleanza del Nord e che questi stesso fondò.
La maggior parte della popolazione della valle è di etnia tagika, mentre i talebani sono in gran parte pashtun, altro elemento che rafforza la resistenza e il particolarismo della provincia.
Anche dopo la ritirata sovietica, nel 1989, il Panjshir rimase una regione a parte e non del tutto integrata con il resto del Paese. I mujahedeen si divisero in gruppi, iniziando guerre intestine. Uno di questi gruppi fu appunto l’Alleanza del Nord fondata da Massoud padre, una coalizione di forze uzbeke e tagike che concorse alla violenta gara per la conquista del predominio sull’intera nazione, ma che venne sconfitta dai talebani e si ritirò nel Panjshir conservando per tutti questi anni la propria identità e una certa norma di autonomia.
Massoud, detto il ‘Leone del Panjshir’ resistette ai talebani finché non venne assassinato due giorni prima dell’11 settembre 2001. Ora l’Alleanza del Nord è guidata dal figlio 32enne il quale ha promesso di resistere come avrebbe fatto suo padre.
Talebani: Organizzazione terroristica bandita in Russia
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала