Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esponente NO-Vax in Florida e NO-Mask in Texas muoiono di Covid-19 lo stesso giorno

© FotoIniziativa “No vax, no drink”
Iniziativa “No vax, no drink” - Sputnik Italia, 1920, 30.08.2021
Seguici su
Il conduttore radiofonico della Florida, Marc Bernier, che si era definito “Mr. Anti-Vax”, e un esponente del movimento Anti-Mask in Texas, Caleb Wallace, sono morti sabato scorso di Covid-19.
Il 65enne Marc Bernier, giornalista e storico conduttore radiofonico della Florida, e l’appena 30enne Caleb Wallace, fervente attivista nella lotta contro l’imposizione delle mascherine, sono morti di Covid-19 entrambi sabato scorso.
"È con grande tristezza che WNDB e Southern Stone Communications annunciano la scomparsa di, Marc Bernier, che ha informato e intrattenuto gli ascoltatori di WNDB per oltre 30 anni. Chiediamo gentilmente che la privacy sia data alla famiglia di Marc durante questo periodo di dolore", si legge in un comunicato dell’emittente del conduttore radiofonico della Florida.
Bernier, le cui posizioni contro le vaccinazioni Covid erano ben note, si era autodefinito “Mr. No Vax” e aveva sostenuto nelle sue trasmissioni i propri punti di vista scettici, pur mantenendo sempre rispetto per le posizioni altrui.
Il comunicato di commiato della WNDB infatti conclude: "Bernier ha goduto di una carriera di successo di 46 anni come giornalista televisivo, molti riconoscono che sebbene il suo lavoro presentasse un punto di vista conservatore, è sempre stato onesto con i liberali”.
Dall’altra parte della nazione americana, in Texas, lo stesso giorno moriva Caleb Wallace attivista No-Mask, anch’egli di Covid-19, dopo una malattia protrattasi oltre un mese.
Wallace aveva guidato gli sforzi nella sua comunità del Texas centrale contro l'uso delle mascherine e altre misure preventive durante la pandemia. Il 30enne lascia tre figli e una moglie incinta che aspetta il quarto.
Il 4 luglio 2020 Wallace aveva contribuito all'organizzazione del Freedom Rally a San Angelo, una manifestazione di protesta contro l'uso delle mascherine, la chiusura delle attività commerciali, la scienza dietro il Covid-19, i protocolli medici e i media liberali.
La moglie Jessica ha detto ai media locali che suo marito aveva iniziato a manifestare i sintomi del Covid il 26 luglio, ma si era rifiutato di sottoporsi al test e di andare in ospedale. Aveva piuttosto preso alte dosi di vitamina C, zinco, aspirina e ivermectina, un medicinale antiparassitario usato per il bestiame che i funzionari sanitari avevano esortato a non assumere contro il Covid-19.
Il 30 luglio era stato portato al pronto soccorso e dall’8 agosto era privo di sensi e in ventilazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала