Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Medico di Palermo non ammette più pazienti no-vax

© AP Photo / Petr David JosekMedicina ai tempi Covid
Medicina ai tempi Covid - Sputnik Italia, 1920, 29.08.2021
Seguici su
Un medico di Palermo ha scelto, dall’1 settembre non ammetterà più presso il suo studio medico pazienti che non si siano vaccinati contro il coronavirus.

“Lo devo innanzitutto ai vaccinati per garantire loro la massima sicurezza, alla mia famiglia, agli amici che frequento e a me stesso”, ha riferito Pietro Bica, apprezzato chirurgo ortopedico di Palermo, che ha comunicato la sua decisione su Facebook, come riportato dall’Huffington Post.

La mia non è paura della malattia dice, “ma non posso permettermi uno stop lavorativo a causa della prevista quarantena in caso di contagio, cosa che ovviamente sta a cuore anche a chi viene a farsi visitare presso il mio studio” intendendo i vaccinati.
Spero che altri colleghi si comportino allo stesso modo”, concluso così il post.

L’invito ai colleghi: fate come me

Il medico, un noto ortopedico di Palermo, ai colleghi li inviata a fare come lui perché, dice in un'intervista a La Repubblica: “I negazionisti sono persone che hanno paura ma non lo ammetteranno mai. E allora dobbiamo forzare la mano. Io lavoro anche in ospedale e ovviamente se arriva un paziente in ospedale presterò la mia opera che sia vaccinato o meno. Ma al mio studio la cosa è diversa, mi sento libero di far entrare chi mi dà garanzia di sicurezza. E non credo affatto che questo sia un atteggiamento discriminatorio”.

Togliere l’assistenza sanitaria ai no-vax

E mentre i no-vax si organizzano per bloccare i treni di tutta Italia il giorno 1 settembre, arriva da un senatore di Forza Italia la proposta di togliere il Servizio sanitario nazionale ai non vaccinati per scelta, garantendo loro solo l’assistenza di urgenza.
Un metodo per costringerli a vaccinarsi poiché altrimenti non potrebbero più curarsi in un ospedale o in altra struttura sanitaria pubblica, o accedere a prestazioni mediche coperte dal Ssn.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала