Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I vantaggi di assumere vitamina D dopo i 50 anni

CC0 / Pixabay / FARMACI
FARMACI - Sputnik Italia, 1920, 28.08.2021
Seguici su
Invecchiando, corriamo un rischio maggiore di sviluppare malattie come l'osteoporosi, il cancro e l'ipertensione. Ecco perché dall'età di 50 anni è consigliabile utilizzare integratori vitaminici, tra cui quelli contenenti vitamina D.
La vitamina D è unica in quanto l'organismo umano può secernerla solo con l'esposizione al sole. Ma dal momento che la maggior parte delle persone non prende il sole abbastanza a lungo, questa vitamina è spesso carente. Si stima che la capacità della pelle di produrre vitamina D nelle persone anziane sia inferiore di circa il 75% rispetto alle persone tra i 20 ei 30 anni.
Quindi, se hai più di 50 anni, ecco un elenco dei benefici dell'assunzione di integratori di questa vitamina per compensare la mancanza di esposizione al sole.
Банка с жирорастворимыми витаминами  - Sputnik Italia, 1920, 24.02.2021
Quando la vitamina D può far danni all'organismo

Ossa più forti

Circa 10 milioni di adulti di età superiore ai 50 anni hanno l'osteoporosi. L'assunzione di integratori di vitamina D è associata a una maggiore densità ossea e a un minor rischio di sviluppare l'osteoporosi, ovvero avere ossa deboli. Soprattutto per le donne in menopausa, è essenziale concentrarsi sulla salute delle ossa, in quanto il rischio di frattura è maggiore.

Meno depressione

La depressione è associata ad un aumentato rischio di morbilità e suicidio, e più invecchiamo, più è probabile che diventiamo depressi. Vari recettori per la vitamina D nel cervello influenzano l'umore: detto in altri termini, essere carenti di vitamina D può portare al declino cognitivo e alla depressione.

Minor rischio di cancro

In età avanzata c'è un rischio maggiore di sviluppare una patologia oncologica. I tassi di incidenza di questa malattia in generale aumentano con l'aumentare anche della nostra età. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista BMJ, alti livelli di vitamina D riducono del 20% il rischio di alcuni tumori, a prescindere dal genere.
La scienza suggerisce che bassi livelli di vitamina D sono associati a una maggiore incidenza di pressione alta e alla possibilità di ipertensione. Pertanto, se monitori la presenza di questa vitamina, è molto più facile che avrai una pressione sanguigna nella norma.

Sistema immunitario sano

Con l'avanzare dell'età, il nostro sistema immunitario peggiora. La scienza associa bassi livelli di vitamina D a una maggiore probabilità di sviluppare disturbi al funzionamento del sistema immunitario.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала