Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cina sminuisce rapporto intelligence Usa su origine coronavirus: "non scientificamente credibile"

© AP Photo / Andy WongCina USA
Cina USA - Sputnik Italia, 1920, 28.08.2021
Seguici su
Sebbene il rapporto dell'intelligence statunitense abbia concluso che il Covid-19 ha origini naturali e il virus non è stato sviluppato come arma biologica, il presidente americano Joe Biden ha comunque insistito sul fatto che Pechino continua a "nascondere" informazioni cruciali relative all'origine della pandemia.
L'Ambasciata cinese a Washington ha criticato il rapporto dell'intelligence statunitense sull'origine della pandemia di coronavirus, sostenendo che non ha credibilità scientifica e suggerisce erroneamente che Pechino stia ostacolando l'indagine internazionale per capire l'origine di questa malattia.
"Ignorando il rapporto sul tracciamento delle origini del virus dell'Oms e della Cina, quello redatto dalla comunità dell'intelligence statunitense non è scientificamente credibile", ha affermato l'ambasciata, citata da Global Times. "Le affermazioni sulla Cina sono un pretesto per la loro campagna di stigmatizzazione".
L'ambasciata ha anche suggerito che il rapporto dell'intelligence non è riuscito a "produrre la risposta corretta che gli Stati Uniti vogliono".
Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 al microscopio - Sputnik Italia, 1920, 13.08.2021
La Cina dice no all'OMS per una nuova inchiesta sull'origine del COVID-19
"Qualsiasi studio sulle origini di Fase II deve essere un'estensione completa della Fase I e condotto in più luoghi e Paesi", ha affermato l'ambasciata. "La ricerca dell'origine è una questione di scienza; può e deve essere lasciata solo agli scienziati, non agli analisti di intelligence".
La risposta di Pechino è arrivata poco dopo la pubblicazione del rapporto di ieri, in cui le agenzie di intelligence hanno affermato che il Covid-19 "non è stato sviluppato come un'arma biologica", ipotizzando che le autorità cinesi non erano a conoscenza del virus prima della sua diffusione. Tuttavia l'ufficio del direttore della National Intelligence ha ancora rilevato che sia l'esposizione naturale che un incidente correlato al laboratorio "sono plausibili" come causa della pandemia.
Joe Biden ieri ha insistito sul fatto che Pechino continua a "nascondere" informazioni cruciali relative all'origine della pandemia.
“Nella Repubblica popolare cinese esistono informazioni critiche sulle origini di questa pandemia, ma fin dall’inizio i funzionari del governo cinese hanno lavorato per impedire agli investigatori internazionali e ai membri della comunità sanitaria pubblica globale di accedervi. Fino ad oggi, la Repubblica popolare cinese continua a respingere le richieste di trasparenza e a trattenere le informazioni, anche se il bilancio di questa pandemia continua ad aumentare. Avevamo bisogno di queste informazioni rapidamente, dalla RPC, mentre la pandemia era ancora nuova”, ha affermato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала