Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Alle Galapagos sono rimaste solo 211 esemplari di iguane rosa

CC0 / / Iguana
Iguana - Sputnik Italia, 1920, 28.08.2021
Seguici su
Una spedizione effettuata al vulcano Wolf, nell'arcipelago ecuadoriano delle Galapagos, ha stimato che ci siano solo 211 esemplari dell'iguana rosa, una specie endemica dell'isola Isabela, secondo quanto riportato dal Parco Nazionale delle Galapagos (PNG).
"L'ultima spedizione su questo vulcano per registrare questi individui (...) ci ha permesso di stimare una popolazione di 211 iguane rosa", ha detto il direttore del PNG Danny Rueda in un video pubblicato dall'entità.
L'iguana rosa è considerata dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) una specie in via di estinzione.
Lo scopo della spedizione era aggiornare i dati del censimento della popolazione delle iguane rosa per trovare aree di nidificazione, i piccoli e determinare la distribuzione delle iguane sul vulcano Wolf, situato sull'isola di Isabela.
Trenta persone hanno partecipato alla spedizione, 15 delle quali ranger del parco, che hanno catturato temporaneamente 53 iguane rosa e hanno stimato la loro popolazione utilizzando un metodo di distribuzione della popolazione.
Il PNG ha affermato in una dichiarazione che il 94% delle iguane trovate vive sono ubicate a più di 1.500 metri sul livello del mare.
Durante il censimento sono state posizionate anche trappole fotografiche, sia per studiare il comportamento delle iguane, sia per documentare le minacce che devono affrontare.
Uno degli strumenti per preservare la specie è un Piano di Gestione per la sua conservazione, con strategie a breve, medio e lungo termine, che è stato definito dopo un workshop che ha riunito tecnici del Parco Nazionale delle Galapagos, Galapagos Conservancy, Island Conservation, Re:Wild, Università di Roma Tor Vergata e Zoo di San Diego, Zoo di Houston.
Il piano prevede la costruzione di una cabina di monitoraggio permanente presso il vulcano Wolf, dove verrà sviluppato anche un programma di controllo sistematico per i predatori introdotti, nonché un'analisi dei rischi per evitare impatti su specie non bersaglio.
Le prime azioni comprendono la raccolta di informazioni, la costruzione di una base permanente sul vulcano Wolf in modo che i guardaparco e gli scienziati possano rimanere più giorni nel sito; rafforzare il monitoraggio per trovare aree di nidificazione; e il controllo delle specie predatorie introdotte.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала