Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Un americano fa causa a due "bambini" che hanno rubato 16 bitcoin... 3 anni fa

Bitcoin - Sputnik Italia, 1920, 27.08.2021
Seguici su
Nel gennaio 2018, quando sarebbe avvenuto il furto, i 16 Bitcoin rubati valevano circa 220.000 dollari. Secondo il prezzo odierno, quegli stessi bitcoin valgono più di 775.000 dollari.
Andrew Schober, originario del Colorado, ha intentato una causa lo scorso maggio contro due sospetti ladri residenti nel Regno Unito per il furto di 16,4 bitcoin. L'uomo sostiene di aver passato gli ultimi tre anni a rintracciare i criminali ed è per questo che non ha intentato la causa prima.
Secondo lui, i responsabili della rapina sono Benedict Thompson, dell'Hampshire, e Oliver Read, del West Yorkshire, che hanno compiuto il furto quando erano minorenni.
Inoltre, sostiene che le criptovalute rubate rappresentavano circa il 95% del suo patrimonio netto al momento del furto e che aveva intenzione di utilizzarle per finanziare l'acquisto di una casa e coprire le spese della sua famiglia.
Secondo il New York Post, la causa intentata afferma che Schober “è caduto in uno stato di grave angoscia negli ultimi tre anni”.

Com'è avvenuta la rapina

La causa intentata da Schober sostiene che i due giovani britannici avrebbero promosso software piratati su Reddit e che lui ne avrebbe installato uno sul suo computer pensando che fosse un programma legittimo. Il malware ha quindi indirizzato i bitcoin di Schober a un account che presumibilmente apparteneva a Thompson e Read.
Schober spiega inoltre di aver tentato di recuperare le criptovalute rubate inviando un'e-mail ai genitori dei minori nell'ottobre 2018.
“Perdere quei soldi è stato finanziariamente ed emotivamente devastante. Forse hanno pensato di fare uno scherzo innocuo, ma ha avuto gravi conseguenze per la mia vita”, si legge nel messaggio.
Tuttavia, Schober non ha ricevuto alcuna risposta dalle famiglie e così ha deciso di citare in giudizio i due giovani, che ora stanno studiando Informatica all'università.
Gli accusati, dal canto loro, sostengono che la domanda di Schober dovrebbe essere respinta perché il termine per presentarla era già scaduta nel maggio 2021.
Quindi non dicono di non essere stati loro, ma solo che il reato è caduto in prescrizione. Chissà perché i genitori non hanno risposto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала