Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Salvini non si candiderà a Milano: è la prima volta dal 1993

© AFP 2021 / Attila Kisbenedek Matteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 26.08.2021
Seguici su
Il leader della Lega lo ha annunciato ieri, facendo sapere che a guidare la lista dei candidati leghisti ci sarà un esponente della società civile.
Per la prima volta dal 1993 il nome di Matteo Salvini non comparirà nella lista dei candidati della Lega al consiglio comunale di Milano. Il capolista, stavolta, ha annunciato lo stesso leader leghista ieri dalle case popolari di Ponte Lambro, sarà “un esponente della società civile”.
Il segretario della Lega, quindi, per la prima volta dall’inizio della sua carriera politica, iniziata proprio al comune di Milano, diserterà la corsa per Palazzo Marino, facendo retromarcia rispetto alle dichiarazioni di qualche settimana fa. “Se serve mi candido”, aveva detto, come ricorda il Corriere della Sera.
Evidentemente il partito ha in serbo qualche asso nella manica, mentre il leader assicura che nella lista dell’ex Carroccio ci saranno personalità di “alto profilo”, soprattutto legate al mondo dell’imprenditoria, del volontariato, della cultura e dello sport.
Golfo di Napoli e Vesuvio  - Sputnik Italia, 1920, 11.08.2021
Elezioni amministrative, ecco cosa dicono i sondaggi sui candidati di Napoli, Milano e Roma
Gli occhi, però, sono puntati sul nome del capolista, considerato anche che, come nota qualcuno, Fratelli d’Italia ha schierato un big come il fondatore e direttore di Libero Vittorio Feltri a guidare la propria squadra di candidati.
In attesa della pubblicazione di liste e programmi il prossimo 3 settembre, Salvini, citato dallo stesso quotidiano, anticipa che il candidato sostenuto dal centrodestra, Luca Bernardo, è pronto a fare di Milano una “capitale europea”.
E non mancano le stoccate allo sfidante Sala a cui il leader leghista imputa “ritardi, lentezza, dimenticanze e lontananza dalle periferie”. “Sono anni – attacca Salvini - che è promessa la metropolitana dal centro a Linate, che sarebbe fondamentale per la zona est”.
Anche Forza Italia, si legge ancora sul Corriere, è in cerca di un capolista dopo il no del fratello di Silvio Berlusconi, Paolo, del giornalista e conduttore tv Paolo Del Debbio e di Gerry Scotti.
Le ultime indiscrezioni parlano della presidente della Fondazione Giorgio Brunelli, Luisa Monini. L’alternativa sarebbe quella della candidatura di un esponente milanese del partito, come il capogruppo in consiglio comunale, Fabrizio De Pasquale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала