Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Una pandemia simile a quella del Covid potrebbe colpirci ancora prima della fine del secolo

CC0 / Unsplash / Peste nera
Peste nera - Sputnik Italia, 1920, 25.08.2021
Seguici su
I ricercatori dell'Università di Padova, calcoli statistici e modelli matematici alla mano, stimano che vi siano serie probabilità che entro il 2080 l'umanità possa affrontare una nuova pandemia le cui conseguenze sarebbero paragonabili a quella del Covid-19.
Gli autori dello studio, pubblicato su PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences, rivista scientifica statunitense, organo ufficiale della United States National Academy of Sciences) hanno analizzato gli andamenti delle diffusioni di malattie come peste, vaiolo, colera, tifo e influenza in tutto il mondo negli ultimi quattro secoli per provare a calcolare cosa potremmo aspettarci in futuro dagli andamenti epidemici.
Secondo i loro calcoli, la probabilità che un uomo nato nel 2000 debba dover affrontare nel corso della sua vita un'altra epidemia simile a quella che stiamo sperimentando adesso è pari al 38%. L'aumento della popolazione mondiale, l'aumento dell'inquinamento e i cambiamenti nei sistemi alimentari sarebbero tra le principali cause di questa situazione, spiegano.
Allo stesso tempo, gli scienziati affermano che la probabilità che si ripeta l'epidemia più mortale della storia umana, quella dell'influenza spagnola del 1918-1920, sarebbe aumenta dallo 0,3 all'1,9% nel corso dei secoli studiati. Un’altra pandemia di grandezza paragonabile potrebbe quindi colpire il mondo nei prossimi 400 anni pur non facilmente quantificabili le probabilità.
La pandemia di Covid-19, iniziata alla fine del 2019, continua ad affliggere il mondo, con oltre 4,4 milioni di morti finora, secondo le valutazioni della Johns Hopkins University negli Stati Uniti.
In totale, più di 212 milioni di persone hanno contratto il nuovo coronavirus. In confronto, l'influenza spagnola, iniziata nel febbraio del 1918 e conclusasi nell’aprile del 1920, infettò almeno 550 milioni di persone uccidendo si stima circa 50 milioni di persone, superando la prima guerra mondiale in termini di numero di morti, nonché persino la famigerata peste nera che afflisse Europa e Asia nel XIV sec., pur se quest’ultima, in proporzione all’allora popolazione, con si suoi almeno 20milioni di morti, ebbe un’incidenza proporzionale probabilmente maggiore.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала