Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scontro Letta-Salvini, il leader Dem: "Prima e ultima volta al governo con la Lega"

© AP Photo / Riccardo De Luca / Hassene DridiIl leader del PD, Enrico Letta e il segretario leghista Matteo Salvini
Il leader del PD, Enrico Letta e il segretario leghista Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 25.08.2021
Seguici su
Continua il botta e risposta tra il segretario Dem, Enrico Letta, e quello della Lega, Matteo Salvini, sull'operato del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese e sul caso Durigon. E il leader del Pd insiste sulle dimissioni del sottosegretario leghista.
Continua dal Meeting di Rimini lo scontro tra il segretario del Pd, Enrico Letta, e quello della Lega, Matteo Salvini. I due leader, ieri, assieme agli altri big dei partiti politici italiani, si sono confrontati sul palco della kermesse organizzata da Comunione e Liberazione.
Dall’Afghanistan alla Lamorgese, dal lavoro alla gestione della pandemia, dallo Ius soli fino al caso Durigon, sono molti i punti di contrasto. Tanto che ieri, sempre dalla Riviera Romagnola, assicurando il proprio sostegno al premier Draghi, il segretario Dem ha chiarito che l’esperienza di governo con la Lega e Salvini “non si ripeterà mai più”.
“Questa stagione eccezionale – ha detto presentando i candidati sindaco del Pd a Rimini e Cattolica - terminerà con le elezioni politiche”.
“Abbiamo sottoscritto un patto, - ha spiegato ancora Letta, come riporta Askanews - lo portiamo avanti nell’interesse del Paese. E pur di fare l’interesse del Paese siamo al governo anche con coloro che riteniamo alternativi”.
Insomma, ha ribadito il leader Dem, questa è “la prima e ultima volta” che il Pd governa spalla a spalla con la Lega.
Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno - Sputnik Italia, 1920, 16.08.2021
Salvini attacca la Lamorgese sui migranti: “Non fa nulla”, la ministra: “Disponibile a incontrarlo”

Le critiche al ministro Lamorgese

Ieri, a margine dell’incontro al Meeting, il segretario leghista si era scagliato ancora una volta contro il ministro Luciana Lamorgese su immigrazione e ordine pubblico.
“Più di mille morti nel Mediterraneo sono il segno della bocciatura l'operato del ministro dell'Interno”, ha attaccato Salvini, che continua a chiedere un cambio di passo.

“Il ministro deve fare le cose che non ha ancora cominciato a fare. Davanti all'ipotesi di recrudescenza terroristica con i talebani* in Afghanistan, noi non riusciamo a fronteggiare un rave a Viterbo", è il commento del capo della Lega.

A difendere la titolare del Viminale era stato proprio Letta che, citato dall’Adnkronos, aveva parlato di critiche “pretestuose” e “legate all'instaurazione di un clima di sfiducia sul tema migranti, a scopo elettorale”.

Caso Durigon, Salvini: "Valuteremo cosa fare"

Il leader Dem aveva poi rilanciato, insistendo sul caso del sottosegretario all’Economia, Claudio Durigon, finito nell’occhio del ciclone per aver proposto di intitolare al fratello del Duce, Arnaldo Mussolini, il parco "Falcone e Borsellino" di Latina.
Sindaco di Firenze, Dario Nardella - Sputnik Italia, 1920, 06.08.2021
Parco di Latina, il sindaco di Firenze Nardella contro Durigon: ignoranza o apologia fascismo
"Confermo la richiesta di dimissioni dal governo di Durigon", ha detto Letta. "La sua figura – ha aggiunto - è incompatibile, come lo è per la nostra Costituzione l'apologia di fascismo: la presenza di Durigon in questo governo è una vicenda che deve essere risolta".
Stamani, ai microfoni della trasmissione di Rai Tre Agorà, Salvini ha replicato a distanza, affermando di avere in programma un incontro con Durigono per decidere “come andare avanti".
"Ci troveremo nei prossimi giorni – ha annunciato Salvini - e valuteremo nella massima serenità cosa fare".
*Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia e in altri paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала