Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giappone, per la prima volta condannato a morte un capobanda della Yakuza

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaUn anziano giapponese
Un anziano giapponese - Sputnik Italia, 1920, 25.08.2021
Seguici su
Un tribunale distrettuale della città di Fukuoka, sull'isola di Kyushu, ha condannato a morte il capo di un gruppo criminale della mafia giapponese, la famigerata Yakuza.
Il capo del gruppo criminale organizzato Kudo-kai, il 74enne Satoru Nomura, accusato di quattro reati, tra cui un omicidio, è stato condannato a morte martedì, ha riferito il media giapponese NHK. Si tratta del primo membro della mafia Yakuza ad essere condannato alla pena capitale.
Quando i pubblici ministeri di Fukuoka hanno chiesto alla corte di imporre la condanna a morte a Nomura, i media giapponesi si sono affrettati a sottolineare la natura senza precedenti del caso.
Nomura è stato processato per crimini compiuti tra il 1998 e il 2014. Tra le altre cose, è stato accusato di aver aggredito il capo di una cooperativa di pesca a Kyushu nel 1998, così come suo fratello minore nel 2014. Inoltre, secondo l'accusa, avrebbe ordinato l'assassinio di un poliziotto che stava indagando sul suo gruppo, il Kudo-kai, un sindacato indipendente sin dalla sua fondazione, spesso in cruento conflitto con lo Yamaguchi-gumi, una delle più grandi e potenti organizzazioni criminali della Yakuza.
Nomura avrebbe anche ordinato la morte dell'infermiera di una clinica dove era stato curato, poiché, pare, non gli siano piaciute le cure ricevute dalla donna.

"Avevo chiesto una decisione equa... Te ne pentirai per il resto della tua vita", le parole, secondo quanto riferito, che il capo mafia avrebbe detto al giudice.

Nomura si è dichiarato non colpevole, in quanto, secondo l'agenzia di stampa giapponese, non c'erano "prove dirette" che fosse coinvolto nei crimini, ma il giudice ha affermato che la Kudo-kai ha un codice così rigoroso, che è impossibile per gli scagnozzi agire senza l'approvazione e il coinvolgimento dei capi. Si ritiene che gli avvocati di Nomura stiano tuttavia progettando di appellarsi alla sentenza.
Matteo Messina Denaro - Sputnik Italia, 1920, 18.08.2021
Messina Denaro e gli altri imprendibili: ecco chi sono i sei latitanti più pericolosi d'Italia
Un secondo capobanda è invece stato condannato all'ergastolo. In totale, sei leader della Kudo-kai erano stati arrestati nel 2014 con l'accusa di tentato omicidio del proprietario di un ristorante che aveva appeso un cartello alla porta del suo locale, nel quale metteva al bando i membri della Yakuza. Il proprietario venne poi accoltellato, ma sopravvisse.
Prima dell'arresto, si riteneva che della Kudo-kai facessero parte circa 950 gangster professionisti. Nel periodo 2009-2013, il gruppo è stato coinvolto in quasi 50 atti criminosi, tra cui incursioni ed estorsioni. Durante uno di questi, i gangster hanno lanciato una bomba a mano in una discoteca, il cui proprietario era fermo sostenitore dell'eliminazione dell'influenza criminale dal mondo dello spettacolo. In quell’occasione rimasero ferite una dozzina di persone.
Il numero di clan Yakuza in Giappone è in calo da molti anni e ora ne fanno parte circa 26.000 persone. La polizia ritiene che tale tendenza possa essere dovuta alla continua pressione sulla criminalità organizzata da parte delle autorità, nonché alle crescenti difficoltà che le bande stanno vivendo nell'acquisizione di denaro.
I più grandi clan della Yakuza in Giappone esistono quasi legalmente e gestiscono società private o organizzazioni pubbliche. Le loro entrate provengono principalmente dal gioco d'azzardo, dall'industria dell'intrattenimento e del sesso, dalla vendita di droga, dalle frodi finanziarie e dall'edilizia.
Si considera che ci siano 24 clan Yakuza in Giappone, secondo le stime della polizia. Kudo-kai, oggi, con circa 280 membri attivi, non è il più grande, ma si pensa sia uno dei più pericolosi.
Raffaele Imperiale, criminale italiano appartenente alla Camorra - Sputnik Italia, 1920, 19.08.2021
Arrestato Raffaele Imperiale, super latitante della camorra rifugiato a Dubai
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала