Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Terremoto di Amatrice, il premier Draghi ha deposto una corona presso il monumento alle vittime

© Foto : Palazzo ChighiIl premier Draghi
Il premier Draghi - Sputnik Italia, 1920, 24.08.2021
Seguici su
Dopo 5 anni, sono ancora a rilento i lavori di ricostruzione per il ritorno a casa di 60 mila sfollati. L'ex sindaco Sergio Pirozzi, oggi consigliere comunale, ha consegnato al premier un dossier su possibili infiltrazioni dei clan.
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, si è recato ad Amatrice per partecipare alle celebrazioni in occasione del quinto anniversario dal distruttivo terremoto del 24 agosto 2016, che provocò la morte di 299 persone.
Al suono della tromba di un carabiniere, che ha intonato il Silenzio, il premier Draghi ha deposto una corona di fiori sul monumento alle vittime del terremoto, situato all'interno del parco Don Minozzi. Alla cerimonia hanno preso parte anche i rappresentanti delle istituzioni, tra cui il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.
Alle 11.00 ha preso parte alla Santa Messa presso il campo sportivo ‘Paride Tilesi,’ celebrata dal Vescovo di Rieti, Mons. Pompili.

La scossa

Nella notte tra il 23 e il 24 agosto 2016, una scossa di magnitudo 6.0, con epicentro ad Accumuli, fece tremare tutta l'Italia centrale alle 3.36 per quasi 20 secondi. Amatrice ha pagato il prezzo più caro, con 237 persone morte sotto le macerie su un totale di 299 vittime (poi passate a 303 con quattro successivi decessi avvenuti nei mesi successivi.
Oltre ad Amatrice, il terremoto ha raso al suolo i comuni di Accumuli, in Lazio, e Arquata del Tronto, e la sua frazione di Pescara del Tronto, nelle Marche.

La ricostruzione

Le celebrazioni sono avvenute tra le impalcature e le pareti picchettate, le mura mai rimesse in piedi e le sedie riservate ai residenti rimaste vuote, come già avvenuto l'anno scorso alla presenza del'ex premier Giuseppe Conte.
Tra lungaggini, rinvii e rimpalli di responsabilità, il lavoro di ricostruzione sembra essere partito solo negli ultimi 12 mesi.
In base a quanto si legge in un'inchiesta pubblicata sul Messaggero, sarebbero 60 mila le persone rimaste ancora senza casa.

Il dossier dell'ex sindaco di Amatrice

"Ho appena consegnato al premier Draghi un dossier sulla possibilità di infiltrazioni criminali nei cantieri aperti e in quelli che si apriranno", ha detto ad AdnKronos Sergio Pirozzi, ex sindaco regionale ed oggi consigliere regionale.
Ci sono circa 24 mila edifici con danni gravi, tra cui 15 mila seconde case. Ad Amatrice, infatti, "sul tavolo c’è un piatto ricco di circa 500 milioni di euro, a tanto ammonta l’importo presunto di ricostruzione", afferma.
L'ex primo cittadino chiede il ripristino della clausola di salvaguardia, che impedisce la vendita degli immobili, cancellata nel 2019.
Soccorsi dopo il terremoto ad Amatrice - Sputnik Italia, 1920, 24.08.2021
Terremoto di Amatrice, cinque anni dalla scossa che uccise 299 persone
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала