Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Terremoto di Amatrice, cinque anni dalla scossa che uccise 299 persone

© Foto : Corpo Forestale dello StatoSoccorsi dopo il terremoto ad Amatrice
Soccorsi dopo il terremoto ad Amatrice - Sputnik Italia, 1920, 24.08.2021
Seguici su
La notte del 24 agosto 2016, un terremoto di magnitudo 6.0, con epicentro ad Accumuli, rase al suolo il borgo di Amatrice, in provincia di Rieti. Una ferita che resta ancora aperta.
Sono passati cinque anni da quella notte del 24 agosto 2016, quando una scossa di magnitudo 6.0 devastò Amatrice. Alle 3.36 l'Italia centrale tremò per quasi 20 secondi e, sotto le macerie lasciate dal terremoto, morirono 299 persone. Il sisma colpì anche Roma.
Per l'intera giornata il comune di Amatrice ha dichiarato lutto cittadino, in memoria delle vittime. Il presidente del Consiglio Mario Draghi si recherà alle commemorazioni cittadine che si terranno per l'anniversario del sisma e, alle 11.00, parteciperà alla messa celebrata dal Vescovo di Rieti, Mons. Pompili, e che sarà trasmessa in diretta Rai.
La scossa del 24 agosto distrusse i quattro comuni attigui all'epicentro: Accumuli e Amatrice in Lazio e Arquata del Tronto, e la sua frazione di Pescara del Tronto, nelle Marche.

I numeri del terremoto

Furono 140 i comuni travolti, 600.000 le persone coinvolte, 388 i feriti. Il bilancio delle vittime aumentò nei mesi successivi, con la morte di altre quattro persone per cause riconducibili al sisma, portando il totale a 304.
La scossa causò 41 mila sfollati tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. A cinque anni dal sisma solo in pochi hanno potuto fare ritorno a casa. Tra lungaggini, rinvii e rimpalli di responsabilità, il lavoro di ricostruzione sembra essere partito solo negli ultimi 12 mesi.
In base a quanto si legge in un'inchiesta pubblicata sul Messaggero, sarebbero 60 mila le persone rimaste ancora senza casa.

La sismicità in Italia

Gli scienziati dell'Ingv ammettono l'impossibilità di prevedere i terremoti, perché non si conoscono ancora tutti i parametri necessari a stimare dove e quando accadrà un evento sismico. Poiché in Italia si registrano in media 20-25 terremoti distruttivi al secolo, dal punto di vista statistico è ragionevole attendersi un forte sisma ogni 4-5 anni.
"Non siamo in grado di prevedere dove e quando sarà il prossimo evento sismico per la sola ragione che ancora non conosciamo sufficientemente tutti i parametri e le condizioni fisiche che portano all'enucleazione di un terremoto. Sappiamo, però, che questo obiettivo è possibile: si tratta di studiare e misurare capillarmente tutto quello che la Terra ci permette di misurare: variazioni della sismicità, delle falde acquifere, delle modificazioni nel sottosuolo della velocità delle onde sismiche, delle variazioni delle velocità tra le stazioni GPS e altro ancora", spiega a Rainews il presidente Ingv Carlo Doglioni.
Извлечение тела политика после землетрясения на Гаити - Sputnik Italia, 1920, 21.08.2021
Terremoto ad Haiti, Spagna invia 30 tonnellate di aiuti umanitari
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала