Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

India, 77 persone ferite nel festival del lancio delle pietre - Video

Il festival di Bagwal, India - Sputnik Italia, 1920, 23.08.2021
Seguici su
Ogni anno, oltre 1.000 persone prendono parte a questo festival, legato alla tradizione indù nell'Uttarakhand.
Sono 77 le persone rimaste ferite dopo aver preso parte a un festival annuale, tenutosi presso il "Tempio Devidhura", nello stato indiano dell'Uttarakhand, il cui svolgimento prevede che i partecipanti si lancino pietre l'un l'altro.
Tale singolare pratica fa parte di un antico rituale, eseguito ogni anno con grande fervore ed entusiasmo dai fedeli indù locali.

"Quest'anno, il festival si è tenuto per soli sette minuti", ha riferito ai media locali Khim Singh Lamharia, presidente del Comitato del tempio di Devidhura.

In totale, l'edizione di quest'anno del festival ha ospitato circa 1.300 persone, che hanno assistito al rituale.
Sui social network hanno fatto la propria comparsa diverse sequenze filmate che mostrano i fedeli in azione durante il festival.
Nel 2013, l'Alta Corte dello Stato ha vietato l'uso di pietre durante il festival, esortando le persone a utilizzare frutta e fiori per celebrarlo. Tuttavia, tale sentenza non è mai stata eseguita.
La gente del posto continua, infatti, ad essere convinta che sanguinare sia importante, poichè li protegge dalle malattie e dalle calamità.

L'origine del rituale

Stando ai racconti dei fedeli e dei sacerdoti locali, il rituale, nella sua forma attuale, deriverebbe da un'antico racconto.
Leggenda vuole che la dea Devidhura abbia una volta acconsentito a salvare quattro clan feudali - Chamyal, Gaharwal, Olgiya e Lamgaria - da un demone, a condizione però che le venisse offerto un sacrificio umano ogni anno.

Un giorno, un'anziana signora, a cui era richiesto di sacrificare il suo unico nipote, pregò la dea di risparmiarlo. La dea accettò e chiese ai membri dei clan di lanciarsi pietre a vicenda, in maniera tale che sul terreno fosse versato tanto sangue, quanto ne sarebbe stato versato con un sacrificio umano.

Da allora, ogni anno, intorno alla terza settimana di agosto, il rituale viene eseguito come parte della festa e si conclude solamente al segnale del capo sacerdote del tempio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала