Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Danimarca e Finlandia preparano le dosi di richiamo, nonostante i pareri controversi

© REUTERS / DADO RUVICFiale con vaccini anti-COVID Pfizer ed AstraZeneca
Fiale con vaccini anti-COVID Pfizer ed AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 23.08.2021
Seguici su
Mentre l'autorità danese ha affermato che i vaccini "non hanno più un effetto così buono", il Ministero finlandese degli Affari Sociali e della Salute ha, al contrario, sostenuto che non vi siano prove che la loro efficienza sia diminuita. Tuttavia, entrambi stanno pianificando campagne di richiamo vaccinale mirate ai più vulnerabili.
L'autorità sanitaria danese sta lavorando a linee guida, secondo le quali dovrebbero essere somministrate vaccinazioni di richiamo per garantire che i cittadini più a rischio abbiano una protezione maggiore contro il COVID-19.
La vicedirettrice dell'agenzia, Helene Probst, ha suggerito che i vaccini "non hanno più un effetto così buono, ma non esiteremo a raccomandarne una terza dose se si dovesse palesare un calo dell'immunità tra coloro che sono stati vaccinati", ha affermato in una nota.
"Saranno pazienti con un sistema immunitario molto indebolito, che, quindi, non hanno goduto di un effetto così benefico dal vaccino", ha spiegato la Probst. "In genere, si tratta di malati di cancro che hanno ricevuto chemioterapia, persone che hanno ricevuto trapianti di organi o pazienti con malattie immunitarie".
I residenti delle case di cura saranno i prossimi, ma solo se ci saranno segnali che l'immunità ottenuta dalle vaccinazioni, somministrate all'inizio di quest'anno, sta iniziando a calare.
Bandiere della Danimarca - Sputnik Italia, 1920, 09.08.2021
‘Non realistico’: Danimarca e Islanda, vaccinazione non ha portato a immunità di gregge
Probst ha affermato che la sua agenzia sta monitorando attentamente il numero di persone completamente vaccinate, ricoverate in ospedale in Danimarca, per vedere se ci sono segni di diminuzione dell'immunità.
"Alcuni vaccini durano una vita, alcuni durano un certo numero di anni e alcuni richiedono una vaccinazione una volta all'anno. Dobbiamo sapere per quanto tempo funzionano i vaccini prima di poter prendere questa decisione", ha osservato.
Nel frattempo, anche i funzionari sanitari in Finlandia hanno iniziato a prepararsi per una campagna di richiamo del vaccino COVID questo inverno, anche se il governo deve ancora prendere una decisione definitiva sulla necessità di tali dosi.
A differenza dei loro omologhi danesi, il Ministero degli affari sociali e della salute finlandese ha sostenuto che i vaccini sembrano mantenere la loro efficacia.
"Non ci sono segni, ora, che l'efficacia sia diminuita", ha detto il portavoce del ministero Taneli Puumalainen all'emittente nazionale Yle, osservando che sarà lo stesso andamento del coronavirus, questo autunno, a indicare se sarà necessaria una terza dose di richiamo oppure no.
Esattamente come la Danimarca, anche la Finlandia, nel caso decidesse di procedere con le terze dosi, prevede di iniziare dalle categorie vulnerabili.
I due paesi scandinavi non sono gli unici a valutare l’ipotesi dei richiami, anche la Germania sta valutando di somministrare una terza dose a tutti i cittadini, mentre diverse province svizzere ne stanno già somministrando e la Francia prevede di iniziare a partire dal prossimo mese. Anche gli Stati Uniti stanno già somministrando il terzo inoculo di richiamo a cittadini con sistema immunitario compromesso.
La bandiera finlandese - Sputnik Italia, 1920, 06.08.2021
Finlandia: via libera alle vaccinazioni per gli adolescenti e al Green pass
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала