Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, ultimatum dei talebani a Biden: "Ritiro completo entro il 31 agosto o reagiremo"

© AFP 2021 / Banaras KhanUomo con la bandiera dei Talebani
Uomo con la bandiera dei Talebani - Sputnik Italia, 1920, 23.08.2021
Seguici su
Il premier britannico Johnson intenderebbe proporre al presidente Usa di ritardare il ritiro delle truppe americane, secondo quanto anticipato dal Telegraph, ma, per i talebani, la data fissata del 31 agosto è una "linea rossa".
I talebani* hanno avvertito gli Stati Uniti e la Gran Bretagna che le operazioni di ritiro, così come l'evacuazione di Kabul, dovranno essere concluso entro il 31 agosto. Allo scadere del tempo previsto, le truppe della coalizione ancora sul territorio verranno considerate forze occupanti. I nuovi padroni dell'Afghanistan promettono una reazione.
L'ultimatum arriva da Doha, dove il portavoce dei talebani, il dottor Suhail Shaheen, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky News.

"È una linea rossa. Il presidente Biden ha annunciato che il 31 agosto saranno ritirate tutte le loro forze militari. Quindi se rimandano, significa che stanno protraendo l'occupazione più di quanto ce ne sia bisogno", avverte Shaheen.

Le evacuazioni

Non sarà concesso altro tempo, neanche per ragioni umanitarie, per proseguire con le operazioni di evacuazione dal Paese.
"Se gli Stati Uniti o il Regno Unito dovessero cercare più tempo per continuare le evacuazioni, la risposta è no. O ci sarebbero conseguenze", ha aggiunto il portavoce. "Se sono intenzionati a continuare l'occupazione, questo provocherà una reazione".

Prolungare il ritiro?

Tony Blair - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Afghanistan, Tony Blair su tutte le furie: "imbecille" la decisione del ritiro
Le dichiarazioni di Shaheen arrivano dopo la pubblicazione sulla stampa britannica di alcune indiscrezioni sulla riunione dei leader del G7, convocata da Boris Johnson per martedì.
Sembrerebbe che il premier britannico abbia intenzione di chiedere al presidente Biden di ritardare il ritiro delle truppe dall'Afghanistan, secondo quanto riferisce il Telegraph citando fonti di Downing Street.
I colloqui della riunione urgente del 24 agosto ruoteranno attorno alla questione dell'evacuazione degli americani e degli afghani "vulnerabili" e dell'assistenza umanitaria per i rifugiati.

Cosa sta succedendo in Afghanistan

La situazione in Afghanistan si è aggravata particolarmente questo mese, quando i talebani hanno intensificato la loro offensiva contro le forze governative. L'unica provincia ancora non controllata dal movimento islamista è quella di Panjshir, a nord-est di Kabul.
Il 15 agosto i talebani sono entrati a Kabul e hanno preso il controllo del palazzo presidenziale, mentre Il presidente afghano Ashraf Ghani ha lasciato il Paese per "scongiurare un bagno di sangue".
Al momento, nel Paese è in atto una crisi umanitaria, con migliaia di sfollati che stanno cercando di fuggire in seguito alla presa di potere da parte del gruppo estremista.
Il premier britannico Boris Johnson riunirà questo martedì i leader dei Paesi del G7 per colloqui urgenti sulla situazione in Afghanistan.
*Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia e molti altri Paesi
Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 23.08.2021
La situazione in Afghanistan
Boris Johnson farà pressioni su Biden per ritardare il ritiro delle truppe USA dall'Afghanistan
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала