Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Aci: “I tempi per l'auto elettrica non saranno brevi. In Italia 12 milioni di vetture inquinanti”

CC0 / / Auto elettrica cinese
Auto elettrica cinese - Sputnik Italia, 1920, 23.08.2021
Seguici su
Il segretario generale Capozza avverte su una transizione ecologica complessa. Incentivare la sostituzione del parco macchine verso mezzi meno inquinanti ma in modo graduale.
Il passaggio verso tecnologie meno inquinanti, anche nel settore dell’automotive, con la transizione verso auto elettriche “non avrà tempi brevi”. È l’avvertimento lanciato dal segretario generale dell’Automobile Club d’Italia, Gerardo Capozza nel corso del suo intervento al Meeting di Rimini.
Un cambiamento reso ancora più complesso dalla presenza in Italia di un vasto parco auto inquinante.
“Nel nostro Paese, purtroppo, circolano ancora oltre 12 milioni di auto altamente inquinanti, si potrebbe pensare a sostituirle anche con aiuti e incentivi per l'acquisto di auto più recenti, maggiormente sicure e meno dannose per l'ambiente”.
Questa transizione, però, deve essere “giusta”, non lasciare indietro lavoratori e deve tenere conto della demografia, dell’economia, dell’agricoltura, dell’energia e della mobilità, ha sottolineato Capozza.

Per creare il cambiamento serve una rete tecnologica

Il segretario generale dell’Aci ha sostenuto che per una vera transizione ecologica bisogna "incentivare il cambio delle auto più inquinanti con l'acquisto di mezzi elettrici e ibridi ma anche spingendo all'uso di flotte meno inquinanti”.
Inoltre, devono sussistere delle condizioni di base, come aumentare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, avere auto elettriche con prestazioni simili a quelle del motore tradizionale e creare una rete di stazioni di ricarica.
Capozza ha anche sottolineato che al momento il settore delle rinnovabili e delle auto elettriche non è del tutto “ecologico”, perché parte dell'energia elettrica è ancora ottenuta “da fonti fossili in centrali a carbone o a gas” e lo smaltimento delle batterie delle auto elettriche "non è facile né economico”.
Le auto elettriche ad oggi “rappresentano solo il 6% del venduto (a dicembre 2020) e arriveranno nel 2030 a non più del 20%”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала