Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA, il reverendo Jesse Jackson e la moglie ricoverati per Covid-19

CC BY 2.0 / U.S. Mission photo by Eric Bridiers / Reverendo Jesse Jackson parla alle Nazioni Unite, 21 marzo 2012
Reverendo Jesse Jackson parla alle Nazioni Unite, 21 marzo 2012 - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Seguici su
Lo storico attivista per i diritti civili era stato promotore della campagna a favore dei vaccini nella comunità nera. Era stato vaccinato con entrambe le dosi assieme alla moglie, lo scorso inverno.
Il reverendo Jesse Jackson e la moglie Jacqueline sono stati ricoverati stati ricoverati in ospedale dopo essere risultati positivi al Covid-19. Lo rende noto la sua associazione no-profit Rainbow/Push Coalition.
Lo storico leader dei diritti civili e due volte candidato alle primarie per il Partito Democratico, è in cura assieme alla moglie al Northwestern Memorial Hospital di Chicago. L'associazione ha riferito che entrambi sono sotto il continuo monitoraggio dei medici, senza dettagliare sulle loro condizioni.
Jesse Jackson, 79 anni, è stato vaccinato con entrambe le dosi contro il coronavirus e ha ricevuto la prima a gennaio durante un evento pubblicizzato mentre esortava gli altri a farlo il prima possibile. Anche la moglie Jacqueline è stata vaccinata con la doppia dose.
Nonostante il morbo di Parkinson, Jackson è stato uno dei maggiori promotori dei vaccini all'interno della comunità afroamericana, dove il tasso di vaccinazione è tra i più bassi del Paese. L'ex collaboratore di Martin Luther King è stato arrestato all'inizio del mese fuori dal Campidoglio durante una manifestazione per sostenere i diritti di voto.

Chi è Jesse Jackson

Icona antirazzista e leader dei movimenti per i diritti civili dei neri, Jesse Jackson ha iniziato il suo attivismo nel 1965, entrando nella Southern Christian Leadership Conference. Diventa da subito stretto collaboratore di Martin Luther King, tanto da essere nominato dopo soli due anni il direttore nazionale del SCLC.
Uscirà dall'organizzazione nel '71 per dissidi con il successore di King e fonda la People United to Save Humanity, meglio nota come Push. Il suo attivismo è ben presto sfociato nell'attività politica, che Jackson ha condotto all'interno del Partito Democratico.
Per ben due volte, nel 1984 e nel 1988, Jackson ha partecipato alle primarie dei democratici per le elezioni presidenziali, dovendo cedere prima davanti a Walter Mondale e poi a Michael Dukakis. Nella sua carriera Jackson ha svolto anche missioni diplomatiche e come negoziatore, incontrando personaggi come Hafez Al Assad, Fidel Castro, con cui negoziò il rilascio di 22 cittadini statunitensi, Slobodan Milosevic nel 1999.
Infine, nel 2005, si è recato in Venezuela per incontrare il presidente Hugo Chavez. Al ritorno affermò che non c'erano prove che il Venezuela fosse una minaccia per gli Stati Uniti. Nel suo viaggio incontrò rappresentanti delle comunità afro-venezuelane e indigene.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала