Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, l'allarme dell'ONU: 1 su 3 fa la fame, si rischia catastrofe umanitaria

© AP Photo / Rahmat GulАфганская женщина с арбузами в Джелалабаде
Афганская женщина с арбузами в Джелалабаде - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Seguici su
Nel suo report, la direttirce nazionale per l'Afghanistan del Programma alimentare mondiale ONU ha rilevato che un afghano su tre già oggi patisce la fame.
In seguito alla presa di potere da parte dei talebani, l'Afghanistan è destinato ad affrontare una "catastrofe assoluta con fame diffusa, persone senza casa e collasso economico a meno che non venga concordato un urgente sforzo umanitario sulla scia del ritiro dal Paese degli Stati Uniti".
A lanciare l'allarme è Mary-Ellen McGroarty, direttrice nazionale per l'Afghanistan del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite.
Nel suo appello, la McGroarty ha esortato i leader mondiali a contribuire al piano di intervento in Afghanistan, Paese nel quale sarà necessario "portare rifornimenti nel Paese non solo in termini di cibo, ma anche di forniture mediche, di rifugi. Abbiamo bisogno di soldi e ne abbiamo bisogno ora".
La funzionaria delle Nazioni Unite ha poi sottolineato che le conseguenze dal punto di vista umanitario potrebbero essere incommensurabili, qualora si dovesse tardare e la viabilità dovesse essere intaccata a causa delle intemperie invernali:
"La gente non ha niente. Dobbiamo portare il cibo adesso e portarlo alle comunità delle province, prima che le strade siano bloccate dalla neve", ha ribadito.

Un afghano su tre già patisce la fame

Citando gli ultimi dati a disposizione, la McGroarty ha ricordato che un afghano su tre si trova già in una condizione di fame, con oltre due milioni di minori a rischio malnutrizione.
In questo senso, ad influire maggiormente è stata la siccità, che ha portato ad una riduzione del 40% della produzione di grano, oltre che ovviamente la svalutazione della valuta nazionale afghana.
Il presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen  - Sputnik Italia, 1920, 21.08.2021
Afghanistan, la UE pronta a stanziare 57 milioni di euro per gli aiuti ai profughi

L'impatto del Covid-19

Tutto ciò senza ovviamente considerare l'impatto massiccio della pandemia di Covid-19, con i numeri delle infezioni che sono aumentati esponenzialmente.
Ad oggi, sono circa 152.000 i casi di coronavirus rilevati in Afghanistan da inizio pandemia, a fronte di circa 7.000 vittime.
La preoccupazione, tuttavia, è che tali cifre nella realtà dei fatti possano essere estremamente più alte, sospinte dall'escalation di violenza di queste ultime settimane.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала