Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Afghanistan, i talebani puntano verso la provincia di Panjshir, l'unica che non si è arresa - media

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaKabul, combattenti Talebani
Kabul, combattenti Talebani - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Seguici su
Il movimento Talebani* ha dichiarato che centinaia dei suoi guerriglieri si stanno muovendo verso la provincia Panjshir, a nord-est da Kabul, che a differenza del resto d'Afghanistan non è stata ancora occupata dai talebani.
"Centinaia di mujaheddin dell'Emirato Islamico si dirigono verso la provincia di Panjshir per stabilire il controllo su essa dopo il rifiuto dei funzionari locali di trasferirla in maniera pacifica", cita l'agenzia AFP la dichiarazione di un portavoce dei talebani.
Nella giornata di oggi, come riferito dai media, i talebani hanno concesso quattro ore per arrendersi al leader della resistenza locale Ahmad Massoud, figlio di Ahmad Shah Massoud, il leader dell'anti-talebana Alleanza del Nord, ucciso dai terroristi 20 anni fa.
Massoud ha risposto che il Panjshir non si sarebbe arreso e che i suoi residenti sono pronti a resistere, proprio come durante la presenza militare sovietica.
Massoud ha detto che lui e i suoi sostenitori "vogliono porre fine alla guerra e cercano il dialogo", e che i talebani non dureranno a lungo se continueranno a comportarsi in questo modo. Inoltre, Massoud ha confermato le informazioni dei media occidentali, secondo le quali oltre alla milizia tagika locale, sotto il suo comando ci sono soldati arrivati ​​con armi da altre regioni dell'Afghanistan, comprese le forze speciali.
Agli inizi di agosto il movimento radicale Talebani* ha lanciato un'offensiva contro le forze governative in Afghanistan. L'unica provincia non controllata da loro risulta essere Panjshir, a nord-est da Kabul. Il 15 agosto, i ribelli sono entrati a Kabul e hanno preso sotto controllo il palazzo presidenziale. Nella notte tra il 15 e il 16 agosto, il portavoce dell'ufficio politico dei Talebani, Mohammad Naeem, ha annunciato la fine della guerra in Afghanistan e anche che a breve sarà presa una decisione riguardo la forma di governo.
Il presidente afghano Ashraf Ghani ha abbandonato il Paese, motivandolo con la volontà di "prevenire il massacro". Tre giorni dopo è intervenuto con un video messaggio dagli Emirati Arabi Uniti, in cui ha promesso di tornare in patria prossimamente. Il vice presidente Amrullah Saleh ha dichiarato che d'ora in poi, in conformità con la Costituzione, lui stesso diventa il capo di Stato e ha invitato alla resistenza armata ai ribelli. Al momento tutti i valichi di frontiera vengono controllati dai combattenti talebani. I militari degli USA e altri paesi della NATO proseguono con l'evacuazione degli impiegati stranieri e degli afghani che hanno lavorato presso le missioni stranieri, utilizzando l'unico aeroporto a Kabul.
*organizzazione terroristica estremista illegale in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала