Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, Biden: "In meno di 30 ore evacuate 11.000 persone. Soffro per immagini da Kabul"

© FotoJoe Biden
Joe Biden - Sputnik Italia, 1920, 22.08.2021
Seguici su
La priorità è di portare al più presto via gli americani dal Paese. Evacuazione difficile e qualcosa potrebbe andare storto, ha detto il presidente.
Dopo aver dichiarato di seguire da vicino la situazione dell'uragano Henri che ha toccato le coste orientali degli Stati uniti, il presidente americano Joe Biden ha annunciato i progressi del piano di evacuazione dall'Afghanistan, un piano "difficile e doloroso".

E ha ricordato che c'è "ancora molto che potrebbe andare storto". Concetto ribadito dopo l'ultimo discorso.

Il presidente ha aggiunto di "soffrire per le immagini che arrivano da Kabul, le immagini delle persone in fuga spezzano il cuore".
"In meno di 30 ore abbiamo evacuato un numero straordinario di persone, circa 11.000", ha detto dalla Casa Bianca.
Per il presidente la "priorità resta quella di far uscire gli americani dal Paese nel modo più sicuro e più rapido possibile" e "ogni americano che vorrà tornare, tornerà a casa".

I prossimi passi dell'evacuazione

Il presidente americano ha confermato che verranno usati anche voli commerciali per completare l'esfiltrazione degli americani e degli afgani, ma nessuno arriverà a Kabul e si tratterà di una partecipazione volontaria.
Come annunciato oggi in giornata i voli commerciali serviranno per trasportare coloro che sono stati già evacuati da Kabul e si trovano in Paesi terzi.
Biden auspica, però, di non dover prorogare oltre il 31 agosto la missione all'aeroporto di Kabul anche se si sta valutando.

I Talebani? Non mi fido

Il presidente Biden è poi passato a parlare dei rapporti e dei contatti con i Talebani*. Per il numero uno della Casa Bianca il movimento è "in cerca di legittimità", ma bisognerà attendere i fatti.

Ha detto: "Non mi fido di nessuno, ma finora hanno mantenuto le promesse e hanno aiutato a estendere il perimetro dell'aeroporto" e non c'è stata alcuna azione contro le truppe americane.

Grazie agli alleati, all'Italia

Il presidente ha poi ricordato il lavoro di costante contatto con i Paesi alleati, come l'Italia, la Germania e la Spagna "che stanno dando un sostegno vitale all'operazione di evacuazione da Kabul".
"Li ringrazio e continueremo a lavorare insieme a loro, in stretto coordinamento con tutti i nostri partner".
E a proposito del G7 straordinario in programma martedì, Biden ha spiegato che si parlerà anche della collaborazione nell'evacuazione di cittadini di altri Paesi.
* organizzazione terroristica vietata in Russia e molti altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала