Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Berlusconi e Salvini verso la Federazione di centrodestra e poi si punta al governo

© AFP 2021 / Tiziana FabiSilvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini
Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 21.08.2021
Seguici su
Dopo la riunione a Villa Certosa emerge il progetto a tappe per un fronte unito in vista dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica e delle politiche, ma nessun partito unico.
È stato un incontro tra amici, cordiale e pieno di punti condivisi che ha confermato la volontà di Lega e Forza Italia di creare una “Federazione tra le forze politiche di centrodestra che sostenga il governo”, ma non ancora un partito unico.
La cena tra l’ex premier Silvio Berlusconi e il leader della Lega Matteo Salvini sembra avere avuto esiti positivi, in base alla nota congiunta diffusa al termine, ma restano ancora dei punti da chiarire e degli equilibri da definire.
Salvini è arrivato ieri alle 19.00 a Villa Certosa, visitata per la prima volta, e insieme a Berlusconi si è mostrato sorridente e allegro ai fotografi.
Prima di entrare ha detto ai giornalisti: “Penso che l’unione del centrodestra sia fondamentale per il Paese” e anche in vista delle elezioni ma “nessun partito unico, perché i partiti non si inventano il 20 agosto”.

La roadmap della Federazione

I due leader, quindi, hanno deciso un calendario sul breve periodo che prevede una fusione dei due gruppi parlamentari, con portavoce unici.
Ci sarebbe un’alternanza tra Camera e Senato a scadenze brevi, in modo da avere una voce unica ma alternata nelle due Aule.
Con questa fusione la “Federazione del centrodestra” avrebbe il gruppo parlamentare più corposo: 209 deputati e 114 senatori.
Dopo questa prima iniziativa, però, bisognerà attendere dopo le amministrative del 3 e 4 ottobre per vedere altri passi avanti.
Sarà poi la volta del posizionamento verso l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, per cui Salvini ha designato Berlusconi.
In questo contesto bisognerà anche valutare le scelte e le mosse rispetto a Giorgia Meloni e ai suoi Fratelli d’Italia che vedono il progetto della Federazione come un modo per escluderli dalle strategie del centrodestra e limitare la crescita dei suoi consensi.

I punti del programma

Tra le prime posizioni comuni presentate dalla Federazione nascente, la flat tax che sarà inserita in un programma di governo.
Si escludono poi nuove tasse per imprese e famiglie.
La Federazione pensa alla riduzione della burocrazia e plaude, già, ai successi ottenuti all’interno del governo Draghi nei primi mesi perché è su iniziativa dei due partiti che “è stato scritto un Pnrr che farà crescere il Pil grazie a ingenti investimenti”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала