Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Allarme UNICEF, il Libano rischia di restare senza acqua potabile

© Sputnik . Dmitry ZnamenskyCarenza di acqua potabile a Caracas, Venezuela
Carenza di acqua potabile a Caracas, Venezuela - Sputnik Italia, 1920, 21.08.2021
Seguici su
Oltre quattro milioni di libanesi rischiano di rimanere senza acqua potabile nei prossimi giorni a causa della chiusura degli impianti di depurazione provocata dalla mancanza di elettricità nel Paese, afferma una nota del Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (UNICEF).
Secondo quanto dichiarato dal Fondo, se misure urgenti non verranno intraprese, più di quattro milioni di libanesi, la maggior parte dei quali sono bambini e famiglie più vulnerabili al livello sociale, affronteranno una grave carenza di acqua potabile o una completa mancanza di acqua. Secondo i calcoli dell'organizzazione, il 71% dei cittadini libanesi è stato privato del completo accesso all'acqua potabile durante i mesi estivi di quest'anno.
A causa dell'estrema pressione sulle infrastrutture, sugli impianti di depurazione e sulle strutture mediche nel contesto della mancanza di forniture elettriche permanenti, "ospedali e centri sanitari non hanno accesso all'acqua potabile, il che mette a rischio le vite dei degenti", afferma il documento.
"Se quattro milioni di persone saranno costrette a ricorrere a fonti d'acqua non sicure e costose, la salute pubblica e l'igiene saranno compromesse e il Libano potrebbe vedere un aumento delle malattie trasmesse dall'acqua, oltre all'aumento dei casi di COVID-19", osserva la nota dell'UNICEF.
Da più di un mese il lavoro di tutte le centrali elettriche in Libano risulta essere quasi completamente sospeso a causa della mancanza di fondi statali per acquistare il gasolio. La carenza di carburante ha costretto a chiudere anche i proprietari di generatori privati. Nella maggior parte del Paese, l'elettricità viene fornita per non più di un'ora al giorno. In questa situazione, molte cliniche e ospedali privati, nonché un certo numero di imprese, hotel, bar e ristoranti sono stati costretti a sospendere le loro attività.
Nella speranza di procurarsi della benzina, gli autisti fanno lunghe code alle stazioni di servizio. Anche i servizi di taxi sono paralizzati in tutto il Paese.
La crisi finanziaria ed economica prosegue in Libano dall'autunno del 2019. La situazione è aggravata dalla crisi politica e dall'incapacità delle autorità di formare il nuovo esecutivo per circa un anno.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала