Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, i NAS chiamati a controllare i certificati nei ristoranti e nelle palestre

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 20.08.2021
Seguici su
Sguinzagliato il Nucleo anti sofisticazione (Nas) dei Carabinieri, che avrà il compito di stanare i furbetti del green pass, diventato obbligatorio lo scorso 6 di agosto.
Partita, quindi, una campagna nazionale rivolta alle attività della ristorazione, ma anche a palestre e piscine al coperto.
I carabinieri hanno ora l’onere di verificare che chi entra nei locali abbia il green pass e che le procedure siano rispettate dai gestori delle attività commerciali.
Secondo quanto riportato dall’Adnkronos, i Nas dei carabinieri hanno elevato 37 sanzioni, delle quali 19 nei confronti dei gestori di ristoranti, bar, palestre e altre attività, per non aver verificato il possesso del green pass all’ingresso.
18 persone sono, invece, state beccate sprovviste di green pass.
Per chi viola l’obbligo non c’è solo la multa, ma, in particolari condizioni, si può incappare anche nella commissione di un reato penale, da cui ci si dovrà difendere in tribunale.
Sotto il profilo economico, le sanzioni amministrative elevate sono state pari a 14.800 euro. I Nas, durante i controlli, hanno comunque rilevato anche altre mancanze nei locali, con particolare riferimento alle alle misure sanitarie previste dai protocolli sanitari.
Sondaggio
Cosa ne pensate dell'applicazione del green pass?
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала