Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Effetti collaterali" di lockdown e Dad: aumentano i casi di miopia tra i bambini

© Foto : Pixabaybambina al computer
bambina al computer - Sputnik Italia, 1920, 20.08.2021
Seguici su
Secondo una ricerca effettuata in Cina, la vita al chiuso e il ricorso alla didattica a distanza durante la pandemia hanno fatto triplicare i casi di miopia tra i più piccoli.
Lockdown e didattica a distanza sarebbero responsabili dell’aumento di problemi alla vista nei bambini. A rivelarlo è uno studio pubblicato dalla rivista JAMA Ophthalmology, di cui dà notizia Il Messaggero.

Dalla ricerca, effettuata su un campione di 120mila bambini residenti in Cina di età compresa tra i sei e gli otto anni, è emerso che durante il lockdown del 2020 i casi di miopia sono triplicati, rispetto ai cinque anni precedenti.

Il fenomeno, secondo gli esperti, si spiegherebbe con il massiccio utilizzo degli schermi da parte dei più piccoli, costretti dalla pandemia a seguire per mesi le lezioni a distanza attraverso un monitor.
Non solo: uno dei fattori che potrebbe aver influito sul peggioramento della vista in molti dei bambini potrebbe essere stato anche il tempo trascorso tra le mura domestiche e l’impossibilità di uscire all’aperto.
Lo stesso allarme sull’aumento dei casi di miopia è stato lanciato dagli optometristi britannici. Gli esperti del College of Optometrists, come si legge sulla Bbc Health, sono convinti che questo sia dovuto alle restrizioni legate alla pandemia, che hanno ridotto il tempo passato fuori casa, all’aumento dell’utilizzo dei dispositivi elettronici ed anche ai minori controlli effettuati da quando è iniziata l'epidemia di Covid.
L'ingresso alla scuola - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
Dad e suoi effetti sugli adolescenti, da disturbi alimentari ad attacchi d’ansia

La correlazione tra l'esposizione ai raggi Uvb e il rischio ridotto di miopia è stata confermata anche da un altro studio, pubblicato su JAMA Ophthalmology. Al contrario, passare molto tempo al chiuso, può far aumentare del doppio la predisposizione a questa patologia.

Il consiglio, quindi, è quello di far giocare i bambini all’esterno per almeno due ore al giorno, per prevenire lo sviluppo del disturbo. Gli optometristi sottolineano anche l’importanza di controllare frequentemente la vista, soprattutto in età pediatrica.
Lo scorso luglio, a parlare di “epidemia”, con oltre 18 milioni di miopi in Italia, era stata la Società Oftalmologica Italiana (Soi). A rischio, anche per gli oculisti italiani, ci sono soprattutto i più piccoli.
Davanti agli schermi, infatti, aveva spiegato il presidente della Società, Matteo Piovella, citato dall’Ansa, “l’occhio si impigrisce”. “Il risultato – aveva osservato - è che la Dad ha favorito la miopia nei bambini, andando ad aggiungersi alle tante ore che già passano quotidianamente davanti a un dispositivo elettronico, come cellulare o videogame”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала