Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pandemia e crisi economica: ecco le monete che rischiano di crollare

© SputnikDollaro americano e peso argentino
Dollaro americano e peso argentino - Sputnik Italia, 1920, 19.08.2021
Seguici su
Durante la pandemia, il debito estero della maggior parte dei Paesi in via di sviluppo è aumentato in media tra il 55% e il 65%. Un analista spiega cosa potrebbe accadere alle valute di questi stati in caso di una nuova crisi finanziaria.
La prossima crisi globale potrebbe verificarsi dopo il 2023, quando gli Stati Uniti aumenteranno i tassi di interesse, afferma Andrey Rusetsky, analista della società russa BKS Mir Investitsiy. Il debito diventerà troppo costoso, cosa che potrebbe influenzare le valute di molti Stati, compresi i Paesi in via di sviluppo dell'America Latina, come il Paraguay.
Valigia contentente dollari - Sputnik Italia, 1920, 12.06.2021
Cuba, stop al dollaro dal 21 giugno anche per i turisti
Nella sua intervista per l'agenzia russa Prime, Rusetsky ricorda che nel 2018 l'aumento dei tassi di interesse statunitensi ha portato al default del debito sovrano in Argentina e Libano ed ha colpito duramente la lira turca. L'esperto aggiunge che "l'indebolimento della moneta nazionale è un processo naturale nei Paesi con alti livelli di debito sovrano e in cui le importazioni superano le esportazioni, compresi i servizi".
Per quanto riguarda le fluttuazioni valutarie, sono "uno stabilizzatore dell'economia che aiuta a compensare gli squilibri accumulati".
Tra i Paesi che saranno colpiti dalla crisi vi sono anche i Paesi ex Urss che hanno ricevuto grandi prestiti in dollari: si tratta in particolare di Ucraina, Georgia, Bielorussia, Tagikistan e Kirghizistan. Il rialzo dei tassi interesserà anche le valute di Turchia e Vietnam.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала