Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Poveri più poveri e ricchi più ricchi: lo sviluppo delle città aggrava le differenze sociali

© Foto : PixabayPoveri
Poveri - Sputnik Italia, 1920, 18.08.2021
Seguici su
La differenza economica che esiste tra la popolazione urbana e quella rurale è da anni al centro delle discussioni. Ora, con il rapido aumento del processo di urbanizzazione in tutto il mondo i sociologi hanno messo in evidenza le disuguaglianze che esistono all'interno delle città. Lo studio mostra risultati sorprendenti.
Confrontando la campagna con la città, i dati hanno mostrato che, in media, le persone che vivono in città stanno meglio dal punto di vista economico. Tuttavia, questa analisi non tiene conto delle differenze che esistono all'interno dei centri urbani.
"La letteratura precedente esaminava attraverso una lente di omogeneità", afferma Vicky Chuqiao Yang, ricercatrice del Santa Fe Institute e autrice di un nuovo studio che si concentra sulla disuguaglianza.
I risultati mostrano che sebbene in media il profitto sia maggiore, questo non vale per il comune cittadino. I ricercatori hanno attinto ai dati delle aree urbane degli Stati Uniti e li hanno analizzati attraverso la lente di eterogeneità. Dividendo l'insieme dei dati sul reddito in decili, il team ha scoperto che man mano che le città crescono, il 10% più ricco delle persone guadagna una quota crescente della ricchezza complessiva.
Inoltre gli autori hanno tenuto conto del costo della vita, che tende ad aumentare con la crescita delle città. Inserendo i prezzi delle case nello studio, gli scienziati hanno scoperto che, man mano che le città crescono, i costi delle abitazioni aumentano a un ritmo più rapido rispetto ai redditi dei decili più bassi.
"Per il decile inferiore non c'è un aumento proporzionale della ricchezza. Quindi la città non aumenta il beneficio economico, ma nemmeno lo diminuisce. Tuttavia con l'aumento dei costi peggiora la condizione dei più poveri", spiega Chris Kempes, coautore dello studio pubblicato sul Journal of the Royal Society Interface.
Più della metà delle persone del mondo vive attualmente in ambienti urbani e nel prossimo decennio i ricercatori prevedono che il numero di megalopoli, centri con almeno 10 milioni di abitanti, quadruplicherà: per questo hanno preparato un'analisi di come la popolazione sarà colpita da questa crescita.
povertà - Sputnik Italia, 1920, 16.06.2021
Povertà assoluta in crescita in Italia: 5,6 milioni di italiani - Istat
I nuovi risultati sottolineano che la disuguaglianza è principalmente un fenomeno urbano, derivante da dinamiche sociali sottostanti "che ha un disperato bisogno di essere affrontato", secondo un altro coautore dello studio Geoffrey West.
"Ciò che è stata una grande sorpresa in questa ricerca è stata che man mano che la città cresce, non vi è alcun miglioramento per le persone nei percentili inferiori. Man mano che i decili di reddito diminuiscono, il valore aggiunto per i residenti della città diminuisce costantemente... tanto che, nel decile inferiore, non si guadagna proprio nulla. Ci sono persino riscontri che peggiora la qualità della vita ", afferma West.
Infine la conclusione: "qui scopriamo che i ricchi diventano ancora più ricchi di quanto pensassimo ed i poveri diventano ancora più poveri di quanto pensassimo".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала