Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mega rave party a Viterbo, residenti chiedono sgombero: "Ma lo Stato italiano dov’è?"

© Foto : Icustodidelcapovaccaio/FacebookRave party al parco nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri nel Lagonegrese
Rave party al parco nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri nel Lagonegrese - Sputnik Italia, 1920, 18.08.2021
Seguici su
Non è Woodstock, ma Viterbo nel Lazio e anche i numeri non sono gli stessi perché si parla “solo” di ottomila persone che si sono accampate con roulotte, camper e tende nei terreni agricoli senza chiedere il permesso a nessuno e distruggendo anche il lavoro dei pastori che nell’area hanno i loro greggi.
Nulla sembra fermare la loro voglia di vivere all’aria aperta e di divertirsi, la sensibilità umana di fronte alla morte di uno di loro, un 24 enne di nome Gianluca Santiago non li ha spinti a lasciare il luogo, solo hanno spento la musica per qualche ora e poi tutto è ripreso come prima.
Ma tanto meno le autorità preposte all’ordine pubblico sono riuscite nel tentativo di mandarli via. A nulla, infatti, è servito che il titolare del territorio di Valentano invaso da queste persone abbia sporto denuncia. Al lavoro la Prefettura, la Questura e le forze dell’ordine ma non c’è modo di smobilitarli.
Valentano la Woodstok post-lockdown d’Europa? A quanto pare grazie al potere di Telegram si sono dati appuntamento in migliaia provenienti dalla Francia, dal Belgio, dai Paesi Bassi, dalla Germania, dalla Spagna e da altre nazioni.
In questi giorni, quindi, le campagne di Viterbo rappresentano l’Unione europea dei rave party, da dove i partecipanti non ne vogliono sapere di andare via e, anzi, sfidano le forze di polizia a chi sa organizzarsi meglio.

Posti di blocco e droga a basso danno

Per ora polizia e carabinieri si sono limitati ad organizzare posti di blocco intorno all’area per evitare che si aggiungano altri partecipanti. Inoltre chi esce dal campo deve lasciarsi identificare.
E mentre le forze dell’ordine si organizzano intorno al rave party più grande dell’estate Ue, all’interno si sono organizzati da tempo con info point dove ti dicono pure quale droga ti fa meno male quando la assumi:
“Se ne dicono tante sui rave, la verità è che all’interno del campo abbiamo degli info point sulle sostanze chimiche che invitano a consumare solo roba tracciata”, scrive Fanpage citando un partecipante che spiega la strategia di “riduzione del danno”.

Meloni e Salvini intervengono

Matteo Salvini se la prende con il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e ironizza:
“Nonostante un morto, l’appello di sindaco e cittadini e i rischi enormi per la sicurezza e la salute, da giorni migliaia di persone restano assembrate senza autorizzazione per un rave nel Viterbese: è uno schiaffo al buonsenso e agli italiani che rispettano le regole eppure il Viminale è immobile. La Lega presenterà una interrogazione. Lamorgese cosa dirà questa volta? Che il dossier è sul tavolo di Draghi o che si aspetta un aiuto dall’Europa?”.
Sempre rivolgendosi al ministro Lamorgese, su Facebook Giorgia Meloni scrive:
“Sono 5 giorni che va avanti il rave party di Mezzano tra droga, alcol e illegalità. Nonostante sia anche morto un ventiquattrenne, nessuno è ancora intervenuto a sgomberare il campo. Lamorgese, ma dove sei?”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала