Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Talebani avvertono Occidente: altri Paesi obbligati ad aiutare a ricostruire l'Afghanistan

© AFP 2021 / Banaras KhanUomo con la bandiera dei Talebani
Uomo con la bandiera dei Talebani - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Seguici su
Portavoce dei talebani: gli altri Paesi devono aiutare a ricostruire l'Afghanistan, è un "dovere morale".
Il portavoce dei talebani* Suhail Shaheen ha detto che gli altri paesi sono "obbligati" ad aiutare a ricostruire l'Afghanistan.

"Il primo ministro britannico e tutti i leader del resto del mondo devono rispettare i desideri del popolo afghano… e aiutare il popolo afghano a ricostruire il proprio Paese e garantire il benessere e lo sviluppo economico del popolo afghano. Penso che sia una loro responsabilità perché sono dietro la distruzione dell'Afghanistan per vent'anni. Pertanto ora è loro dovere morale ricostruire l'Afghanistan e aiutare le persone a iniziare una nuova vita in un nuovo capitolo per l'Afghanistan", ha detto Shaheen a Sky News.

Che cosa sta succedendo in Afghanistan

I talebani sono entrati a Kabul domenica, dopo un'offensiva durata settimane e che li aveva portati a conquistare tutte le maggiori città del Paese.
Il presidente afghano Ashraf Ghani, a seguito degli avvenimenti ha abbandonato il Paese, dicendo di aver preso tale decisione al fine di evitare ulteriori spargimenti di sangue, e ha annunciato anche le sue dimissioni.
Il portavoce dei talebani Mohammad Naeem ha poi affermato che il movimento ha posto fine ad una guerra che ha dilaniato il paese per quasi 20 anni, mentre il mullah Baradar Akhmund, vicecomandante dei talebani, ha promesso che il nuovo governo porterà alla popolazione "serenità" e una "vita migliore".
Ieri il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, ha avuto un colloquio telefonico con il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, che ha riguardato la definizione di un approccio comune sulla situazione in Afghanistan e il coordinamento sulle operazioni di evacuazione. Nel frattempo, la Farnesina ha reso noto che l’Ambasciata d’Italia a Kabul si è ricostituita a Roma.
* organizzazione terroristica vietata in Russia e molti altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала