Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rifugiati afghani, la Macedonia del Nord si offre per accogliere 200 persone

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaAfghani in una strada di Kabul
Afghani in una strada di Kabul - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Seguici su
Le autorità della Macedonia del Nord in cooperazione con la NATO e gli USA si preparano all'accoglienza di 200 rifugiati provenienti dall'Afghanistan, impiegati di organizzazioni internazionali e loro famigliari, ha annunciato il governo della Repubblica.
Il ministero degli Esteri della Macedonia del Nord aveva precedentemente comunicato che nell'Afghanistan rimanevano circa 100 cittadini del Paese, sono impiegati di compagnie straniere che stanno aspettando in sicurezza i voli di evacuazione, organizzati dai loro datori di lavoro.
Il ministro degli Esteri Bujar Osmani ha precisato che i primi 25 cittadini hanno già fatto il check-in all'aeroporto di Kabul per il volo di un aereo militare statunitense verso il Qatar, altri 25 persone si imbarcheranno sul prossimo volo, gli altri al momento stanno aspettando il proprio turno a una base militare degli USA.
"Per quanto riguarda il soggiorno temporaneo di cittadini afghani, al momento sono in fase di coordinamento e approvazione i dettagli relativi a sei donne e bambini, impiegati e familiari della missione delle Nazioni Unite in Afghanistan e circa 180 cittadini, donne, bambini e familiari di impiegati di varie organizzazioni che da 20 anni hanno lavorato per preservare la pace in Afghanistan", ha riferito il servizio stampa del governo.
Viene precisato che l'arrivo dei rifugiati da Kabul a Skopje organizzato "in costante coordinamento con la NATO, innanzitutto con gli Stati Uniti" è previsto nei prossimi giorni. Coloro che arriveranno nella Repubblica dovranno sottoporsi a una quarantena di due settimane, l'obbligo della quale è prevista dai decreti governativi per far fronte alla diffusione del COVID-19.
A fine giugno, Skopje ha ritirato dall'Afghanistan il suo ultimo contingente di militari. Dal 2015, fino a 500 militari nord-macedoni hanno partecipato all'operazione "Sostegno Risoluto". Dal 2002 al 2015, circa 3.000 macedoni hanno prestato servizio presso la Forza Internazionale di Assistenza per la Sicurezza (ISAF) sotto l'egida dalla NATO in Afghanistan.
La situazione in Afghanistan si è inasprita nelle ultime settimane, con l'avanzata del movimento radicale Talebani* verso le grandi città del Paese. Domenica, media e varie fonti hanno riportato che i talebani hanno preso il controllo di tutti i valichi di frontiera dell'Afghanistan. In seguito i talebani sono entrati a Kabul e hanno occupato il Palazzo Presidenziale.
Nella notte tra domenica e lunedì, il portavoce dell'ufficio politico dei Talebani, Mohammad Naeem, ha annunciato la fine della guerra in Afghanistan e anche che a breve sarà presa una decisione riguardo la forma di governo.
Американские солдаты в аэропорту Кабула  - Sputnik Italia, 1920, 16.08.2021
La situazione in Afghanistan
UE sull'Afghanistan, appello di Sassoli: "dare asilo politico agli afghani in fuga"
*organizzazione terroristica estremista illegale in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала