Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il muro di Ankara al confine con l'Iran, così Erdogan si blinda contro i rifugiati afghani

© Sputnik . Mikhail KlimentievIl presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Seguici su
La barriera, ora in costruzione, sarà lunga 295 chilometri. Il governo turco ha annunciato che invierà rinforzi al confine con l'Iran per fronteggiare il possibile esodo di rifugiati dall'Afghanistan ormai riconquistato dai talebani.
La Turchia si blinda per far fronte al possibile arrivo di decine di migliaia di profughi dall’Afghanistan.
Domenica scorsa, il ministro della Difesa di Ankara, Hulusi Akar, assieme ai vertici dell’esercito, ha annunciato il completamento di parte della barriera che servirà a proteggere il confine turco-iraniano.
Un muro lungo 295 chilometri, costruito con lo scopo di difendere i confini turchi da un possibile esodo di massa dall'Afghanistan, riconquistato dai talebani* subito dopo il ritiro delle truppe statunitensi.
“Sono stati scavati 150 chilometri di trincee”, ha fatto sapere il capo della Difesa di Ankara dopo un sopralluogo alla frontiera, annunciando che verranno inviati rinforzi ai posti di blocco al confine per aumentare la sicurezza.
Soldato uzbeko al confine con il Kirghizistan - Sputnik Italia, 1920, 15.08.2021
Uzbekistan rafforza controlli al confine con Afghanistan
In campo, ha detto Akar, citato dal quotidiano turco Hurriyet, ci sono anche “un migliaio di veicoli di sorveglianza, con strumenti termici di visione notturna”. “Grazie alle torri elettro-ottiche e ai sensori acustici – ha aggiunto – sarà molto facile individuare i movimenti sulla linea di confine”.
Tuttavia, sia il ministro della Difesa, sia il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, hanno smentito gli allarmi, lanciati in questi giorni dall’opposizione, sull’arrivo in Turchia di decine di migliaia di irregolari dall’Afghanistan.

“Eviteremo gli ingressi con il muro che stiamo costruendo al confine”, ha promesso il presidente turco, mentre il governo di Ankara ha fatto sapere di essere in contatto con le autorità pakistane per lavorare alla stabilizzazione del Paese e della regione, ed evitare di dover far fronte ad un nuovo imponente flusso di rifugiati.

Secondo l’Unhcr, circa 400mila persone dall’inizio dell’anno, in Afghanistan, sono state costrette a lasciare le proprie case e a trovare rifugio in altre zone del Paese per sfuggire ai combattimenti. La maggior parte, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite, sono donne e bambini.
La Turchia continua a schierare nel Paese centinaia di soldati e si è offerta, come ricorda l’AFP, di garantire la sicurezza dell’aeroporto di Kabul dopo il completamento del ritiro delle truppe statunitensi. Erdogan, nei giorni scorsi, ha anche proposto di incontrare il leader dei talebani per dei colloqui.
* L'organizzazione terroristica vietata in Russia e altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала