Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Draghi: "eroi" i caduti italiani in Afghanistan, hanno difeso i valori - Video

© AFP 2021 / Alberto PizzoliMario Draghi
Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Seguici su
Nonostante il ritorno allo status quo in Afghanistan, dopo vent'anni di guerra, per il premier Draghi i caduti italiani sono eroi e il loro sacrificio non è stato vano.
Per la prima volta dopo la caduta di Kabul e il ritorno al potere dei talebani*, con l'evacuazione di tutte le ambasciate dei Paesi occidentali, parallelamente al ritiro dei soldati americani e della Nato dopo vent'anni di guerra nel Paese dell'Asia centrale, il premier Draghi ha parlato durante un'intervista al Tg1. Prima di tutto, ha voluto ricordare i connazionali, civili e militari, impegnati in questi anni in Afghanistan.

"Vorrei ringraziare i nostri militari, i diplomatici, tutti i cooperanti. Per venti anni sono stati a Kabul, a Herat, in tutto il Paese".

Dopodiché, Draghi si è rivolto ai familiari dei 54 caduti italiani e delle centinaia di feriti, spiegando perché, nonostante il ritorno dello status quo con i talebani di nuovo al potere, "il loro sacrificio non è stato vano".
"Hanno difeso i valori per cui erano stati inviati, hanno difeso le libertà fondamentali, hanno difeso i diritti delle donne, hanno fatto operazioni per prevenire il terrorismo, hanno fatto del bene attraverso le migliaia di opere umanitarie che sono state fatte in questi anni in Afghanistan e che, sono certo, lasceranno una traccia profonda nella società afghana. Per me, per tutti noi, per tutti gli italiani, e lo dico alle loro famiglie con affetto sincero, sono eroi".
Draghi ha poi dichiarato che "l'opera di rimpatrio dei diplomatici, dei militari, dei collaboratori afghani continua", rilevando che il grosso del personale è stato riportato a Roma nella giornata di ieri.
Il presidente del Consiglio si è poi lasciato andare ad una riflessione geopolitica alla luce dell'epilogo della crisi afghana.
"Ricordiamoci che la guerra in Afghanistan è la prima risposta degli Stati Uniti all'attentato alle Torri Gemelle. Quindi il bilancio che noi traiamo non è un bilancio solo sulla guerra in Afghanistan, è il bilancio di questi ultimi venti anni e del ruolo che l’Occidente ha avuto in tutto il mondo arabo".
Per Draghi, di vitale importanza è la collaborazione mondiale per uscire dalla crisi afghana, con un ruolo di primo piano del G20.

"Entreranno Stati come la Cina, la Russia, l’Arabia Saudita, la Turchia. E tutti questi Stati sono membri del G20. Quindi il G20 offre naturalmente una sede dove poter avviare questa opera di collaborazione," ha affermato, ricordando il vertice a Santa Margherita Ligure dedicato alle donne, in cui "come presidenza del G20, noi siamo pienamente impegnati nel predisporre, nel costruire, una sede appropriata per questa collaborazione".

Infine Draghi ha espresso la convinzione che sulla crisi afghana "l'Europa sarà all'altezza", evidenziando l'importanza della cooperazione, in particolare sull'accoglienza "di tutti coloro che ci hanno aiutato in Afghanistan in questi anni e delle loro famiglie" e di quelli che "si sono esposti in questi anni per la difesa delle libertà fondamentali, dei diritti civili, dei diritti delle donne", così come la sicurezza, "dove dovremo prevenire infiltrazioni terroristiche".

Che cosa sta succedendo in Afghanistan

La situazione in Afghanistan è diventata particolarmente calda nelle ultime settimane, quando i talebani hanno lanciato una rapida offensiva in tutto il Paese e hanno conquistato tutti i valichi di frontiera. Il 15 agosto, gli islamisti sono entrati a Kabul ed hanno preso il controllo del palazzo presidenziale. Il presidente afghano Ashraf Ghani ha lasciato il Paese per "scongiurare un massacro". Nella notte del 16 agosto, un rappresentante dell'ufficio politico dei talebani, Mohammad Naim, ha affermato che la guerra in Afghanistan era finita e che la forma di governo dello stato sarebbe diventata chiara nel prossimo futuro.
* organizzazione terroristica illegale in Russia e molti altri Paesi
Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Renzi vuole convocare il Parlamento sull'Afghanistan, intanto si schiera contro Biden
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала