Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, Salvini: "Convocare le Camere, non possiamo accogliere migliaia di profughi"

© AP Photo / Andrew MedichiniMatteo Salvini
Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Seguici su
Il leader della Lega interviene sulla situazione in Afghanistan e chiede di convocare urgentemente le commissioni e il Parlamento. E sulla catastrofe umanitaria avverte: “L'Italia non può accogliere decine di migliaia di persone".
Parla di “disfatta senza precedenti”, Matteo Salvini, commentando quello che sta accadendo in queste ore in Afghanistan, con la capitale Kabul che, dopo una rapida offensiva, è caduta nelle nelle mani dei talebani*.
Il leader della Lega, intervistato da Radio24, critica le mosse dell’Occidente: "Una fuga vigliacca e così male organizzata nei modi e nei tempi io non la ricordo”. “Che senso hanno – attacca - migliaia di vittime di fronte a una fuga che in 15 giorni riconsegna agli assassini e ai tagliagole il Paese?".
Nella stessa intervista, Salvini interviene anche sulla questione dell’esodo di decine di migliaia di richiedenti asilo, che stanno lasciando il Paese per paura dei fondamentalisti.

“La fuga dall'Afghanistan rischia di essere un disastro”, commenta il leader della Lega, che ricorda come “l'Italia non può permettersi di accogliere decine di migliaia di persone, visto che i centri di accoglienza stanno già esplodendo".

"Abbiamo già registrato circa 35mila arrivi via mare, per non parlare di quelli via terra”, continua Salvini, riferendosi alla rotta balcanica, quella più battuta proprio dai migranti afghani.
Il leghista punta il dito contro la comunità internazionale: “Se ne faccia carico perché l'Italia non può essere l'unico centro di accoglienza", dice a proposito della prospettiva di partenze di massa dal Paese dove è stata dichiarata la nascita di un nuovo “emirato islamico”.
"C'è un problema di diritti civili ma anche un problema di ripercussioni per l'Italia visto che la rotta balcanica è già adesso fuori controllo", spiega Salvini.
Il leader della Lega preferisce non addentrarsi nella polemica scaturita dalle vacanze del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, immortalato in spiaggia in Puglia assieme al governatore Michele Emiliano e al deputato Dem, ed ex ministro, Francesco Boccia, proprio mentre esplodeva la crisi afghana, ma chiede di riunire al più presto le Camere.
Боевик Талибана* на улице в афганском городе Герат - Sputnik Italia, 1920, 16.08.2021
La situazione in Afghanistan
Afghanistan, la situazione nel paese dopo la presa di Kabul da parte dei talebani
"Noi – rivendica - abbiamo chiesto fin da subito la convocazione delle commissioni e del Parlamento”. “Se c'è una situazione esplosiva, si fa una convocazione urgente anche se è il 17 agosto", insiste Salvini, citato dall’Adnkronos.
"Non commento le estati di quello o quel ministro, visto che mi hanno rotto le scatole per anni, - conclude il leader leghista - dico solo che è doveroso che il Parlamento venga riunito se non ad ore, a giorni".
Intanto, dal Corriere della Sera, che cita fonti parlamentari, si apprende che il capo della Farnesina e il ministro della Difesa Lorenzo Guerini riferiranno sul caos in Afghanistan il prossimo 24 agosto, davanti alle commissioni congiunte degli Affari esteri, della Difesa, di Camera e Senato.

L'appello di Pd e M5S per i corridoi umanitari

"L'Italia si attivi per promuovere corridoi umanitari e azioni concordate per i rifugiati e tutti coloro, a cominciare dalle donne, che hanno creduto nella promessa di libertà e tutela dei diritti dell'Occidente", è invece la richiesta della capogruppo dei deputati del Pd, Debora Serracchiani. Da Bruxelles le fa eco anche il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, che chiede all'Europa di "attrezzarsi per corridoi umanitari e accoglienze organizzate, per evitare flussi incontrollati di clandestini".
Anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, si è detta disponibile, come decine di altri sindaci italiani, ad accogliere i rifugiati in fuga dall'Afghanistan dopo la conquista di Kabul da parte dei fondamentalisti islamici.
La Raggi, citata dal Corriere della Sera, ha scritto al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, facendo sapere che il Campidoglio è pronto a "mettere a disposizione le strutture comunali per contribuire all‘accoglienza dei rifugiati, delle donne, degli studenti e delle studentesse, dei bambini e di chi è in procinto di essere rimpatriato".
"Sappiamo bene come i civili che hanno collaborato con le nostre missioni in Afghanistan oggi siano in forte pericolo, soprattutto donne e minori”, ricorda anche il sindaco Dem di Prato e delegato Anci per l'immigrazione, Matteo Biffoni, in una nota ripresa dall'Huffington Post.
“Il governo si sta muovendo per salvare vite umane, attraverso l’azione delle prefetture sul territorio e i sindaci - ha annunciato - mettono a disposizione la propria esperienza, per questo abbiamo scritto al ministro dell’Interno Lamorgese e abbiamo avvisato il ministero della Difesa”.
“Oggi siamo consapevoli che è il momento di aiutare il governo a mettere in salvo vite umane", continua Biffoni a nome dell'Anci, rendendo noto come molti sindaci italiani siano disponibili ad ampliare "la rete Sai già presente nei territori per poter accogliere e inserire le famiglie che rientrano nel programma di protezione definito dal governo del personale civile afghano collaboratore del contingente militare nazionale".
*Organizzazione terroristica illegale in Russia e altri paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала